MotoGP, Valentino Rossi: “Con Marc Marquez meno baci, con Max Biaggi mai un buon rapporto”

Valentino Rossi e Marc Marquez
Valentino Rossi e Marc Marquez (getty images)

Alla vigilia del Gran Premio di Jerez, quarto appuntamento del Mondiale 2015 di MotoGP, Valentino Rossi e Marc Marquez vengono interpellati su quanto accaduto due settimane a Termas de Rio Hondo, quando un contatto tra i due ha causato la caduta del pilota Honda che si ritrova adesso a -30 dal vertice di classifica.

Toni distesi in sala stampa fra i due, ma che lasciano intravedere un’acerrima battaglia in pista già a cominciare dal prossimo fine settimana, anche se lo spagnolo gareggerà con un dito infortunato dopo l’intervento chirurgico di qualche giorno fa.

“Non abbiamo parlato, ma credo che sia già evidente quel che è successo”, ha detto Marquez come riportato da Crash.net. “E’ successo in Argentina e qui è un’altra gara e non è necessario parlarne”. Nulla da rimproverare al suo avversario della Yamaha: “C’è stato un cambio di direzione e quando Valentino ha cambiato non me l’aspettavo e poi sono stato sfortunato a toccare con la ruota anteriore, ma a volte ciò accade nelle gare. Erano gli ultimi due giri, si spinge al 100 per cento.”.

 

Il Dottore e il rapporto con Marquez

Valentino Rossi riecheggia l’interpretazione del campione di Cervera: “Sono d’accordo sì. Di sicuro è stata una gara pressante per entrambi. Ci siamo toccati nel cambio di direzione e purtroppo Marc ha toccato il mio forcellone e si è schiantato”. Il pesarese respinge le accuse di aver intrapreso una scia insolita per tagliare la strada a Marquez: “Per me era la prima volta che siamo stati così vicini. Forse in quel cambio di direzione la Honda e la Yamaha hanno fatto una scia leggermente diversa. Eravamo molto vicini e quando ho cambiato direzione ci siamo toccati l’un l’altro e purtroppo Marc è caduto”.

Cambierà il buon rapporto tra i due dopo quanto avvenuto in Argentina? Valentino Rossi precisa che tra i due non c’è amicizia, ma reciproco rispetto, e sgancia una delle sue solite battute: “Se è cambiato il mio rapporto con Marquez? Non ci daremo baci come prima ma a letto resterà tutto uguale”. E precisa come ogni avversario sia diverso dall’altro… “Ogni storia è diversa, con Biaggi non avevo buon rapporti e la cosa è rimasta identica – ha sottolineato il campione di Tavullia -. Con Gibernau eravamo amici, il rapporto si è reso duro dopo il GP del Qatar perché giocò sporco e partii da dietro e persi punti. Ma fondamentalmente io e Sete eravamo e siamo amici. In pista tutti vogliono arrivare davanti e credo che con Marc il rispetto continuerà”.