MotoGP Jerez, Valentino Rossi: “Bisognerà cercare di fare il massimo”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

La classica conferenza stampa del giovedì ha aperto ufficialmente il weekend che vede i piloti della MotoGP impegnati a Jerez de la Frontera. Tra i protagonisti più attesi c’era il “nostro” Valentino Rossi, che guida la classifica del campionato e farà di tutto per confermare gli strepitosi risultati messi a segno in questo primo scorcio di stagione.

 

Un appuntamento decisivo

Valentino Rossi è il primo a riconoscere le opportunità offerte dalla sua seconda “primavera”, ma sa anche che gli avversari sono altrettanto determinati a salire sul podio. “E’ un grande momento per l’Italia, io sto andando forte, ma anche la Ducati sta facendo un grandissimo lavoro – ha detto il Pesarese, come riportano i colleghi di Speedweek – . E’ incredibile che ci siano tre piloti italiani davanti, ma questa è la realtà, anche se è una sorpresa un po’ per tutti. Vuol dire che gli italiani stanno tornando forti…”.

Il campione di Tavullia ha poi speso qualche parola sul “rientro” del campionato nel Vecchio Continente. “Sono molto contento di essere tornato a correre in Europa – ha affermato – , staremo qui almeno fino ad agosto. E’ molto più divertente e meno stressante, si devono prendere meno aerei e poi soprattutto ci sono molte piste che mi piacciono e Jerez è una di quelle”.

Il suo legame speciale con il circuito spagnolo, d’altra parte, non è un mistero per nessuno. “Il circuito mi piace molto, anche se negli ultimi anni c’è sempre stato poco grip e quindi bisogna cercare di mettere a ‘terra’ i cavalli della MotoGP – osserva Valentino – . Bisognerà lavorare, ma lo scorso anno avevo disputato una buona gara, arrivando secondo, quindi bisognerà continuare su quella strada”.

“Qui ho vinto molto – ha aggiunto – , ma l’ultimo successo risale al 2009, quindi bisognerà cercare di fare il massimo. Sarà importante arrivare competitivi domenica e salire sul podio”.

I successi ottenuti finora sono per il Dottore motivo di orgoglio, ma lo investono anche di una certa responsabilità. “Ora sono davanti – ricorda Rossi – , ho più punti di tutti. Tanti su Marquez, anche se sono solo tre gare, ma ho Dovizioso attaccato, anche Iannone è lì e Jorge non è lontano. E’ una fase del campionato dove è importante fare dei punti”.

“Marc qui può essere pericoloso e competitivo – ha aggiunto riferendosi al Fenomeno di Cervera – perché lo scorso anno aveva vinto con distacco, sarà sicuramente competitivo”. Insomma, gli ingredienti per un’altra sfida memorabile ci sono tutti…