MotoGP Jerez, dott. Mir: “Marc Marquez indosserà un guanto speciale”

Marc Marquez
Marc Marquez (getty images)

La partecipazione di Marc Marquez al Gran Premio di Jerez manca solo del via libera da parte dei medici del circuito, ma tra poche ore arriverà quella che è solo una formalità di rito. L’infortunio rimediato in allenamento, costatogli un immediato intervento chirurgico al mignolo della mano sinistra, sembra non costituirà un grande problema per il campione spagnolo della Honda, ma potrebbe costargli qualche fastidio in gara, rendendo la risalita in classifica ancora più ardua.

Marc è lontano ben 30 punti dal leader Valentino Rossi, ma è pur vero che il campionato è ancora lungo e imprevedibile, dove ogni tappa può riservare incredibili colpi di scena. E dopo la ‘pesante’ caduta avrà imparato che un podio può valere una vittoria, quando in lotta per il titolo ci sono ben cinque piloti.

“Oggi ho subito un altro esame dal dottor Mir, e ha confermato che la ferita sta guarendo”, ha detto Marc Marquez a Motogp.com. Sono molto motivato per questo Gran Premio, perché è il primo dell’anno in Spagna, ci sono i miei tifosi di casa… E’ un peccato per l’infortunio, ma spero che non influisca troppo e che possa ottenere un grande risultato davanti ai miei tifosi”.

Il dottor Xavier Mir che ha eseguito l’operazione è abbastanza ottimista sulle condizioni di salute del suo paziente: “Marc era in buone condizioni. Abbiamo tolto le bende e visto che la ferita è guarita bene. Ha iniziato con la riabilitazione delle articolazioni del dito mignolo. Giovedì io lo esaminerò di nuovo a Jerez e poi dopo ogni sessione di allenamento. Poi vedremo se può continuare. Ma i medici della pista devono ancora dare il permesso ufficiale prima di poter iniziare”, ha spiegato il noto chirurgo.

La procedura prevede la visione della cartella clinica di Marquez da parte dei medici della clinica mobile che non dovrebbero trovare ostacoli a dare il via libera: “Grazie alla trasmissione continua di Honda Pilot per il cambio marcia non deve tirare la frizione. Solo all’inizio deve azionare la frizione, che non è un problema grazie ad un guanto speciale per fissare il dito di Marquez“.

Al termine del week-end di gara il campione della Honda seguirà un periodo di riabilitazione che potrebbe durare anche cinque settimane: “Finora non è passata nemmeno una settimana. Pertanto ci auguriamo che Marc non si faccia male – ha sottolineato il dottor Mir -. Ciò renderebbe tutto più complicato”.