MotoGP Jerez, Bradley Smith: “Voglio essere l’Open più veloce”. Pol Espargaro: “Gara calorosa”

Bradley Smith
Bradley Smith (getty images)

Il team Monster Yamaha Tech3 approda a Jerez de la Frontera con fiducia, per la prima gara in terra europea dopo i tre round iniziali in Qatar, Texas e Argentina. Bradley Smith e Pol Espargaro sono rispettivamente 7° con 28 punti e 9° con 15 punti in classifica iridata e in due gare su tre il pilota britannico si è dimostrato il pilota ‘Open’ più veloce del mondiale.

“Sono davvero entusiasta di correre a Jerez questo fine settimana e mi propongo di continuare il momento positivo che ho avuto finora in questa stagione. Siccome è il mio terzo anno con la squadra in sella alla Yamaha YZR-M1, conosco la moto e i ragazzi molto bene e so che possiamo essere forti qui di fronte ai tantissimi tifosi – ha dichiarato Bradley Smith in una nota ufficiale -. L’inizio dell’anno è stata grande e sono stato in corsa per la posizione del pilota satellite più veloce. Ora è il momento di approdare sul suolo europeo e lottare per questo obiettivo di nuovo. Questa pista ha un posto speciale nel mio cuore, ho vinto la mia prima gara in 125cc nel 2009 e ho avuto alcuni altri risultati forti anche qui, quindi questo fine settimana cercherò di estendere il mio record positivo. La pista è veloce e scorrevole, venerdì e sabato sarà fondamentale trovare il giusto set-up per domenica, ma siamo pieni di ottimismo – ha concluso il pilota della Monster Yamaha Tech3 – e non vedo l’ora di ricominciare la lotta”.

 

La gara sarà particolarmente sentita da Pol Espargaro che correrà davanti ai propri tifosi: “Dopo le prime tre gare arriviamo in Europa per il primo GP nel mio paese, che è sempre splendido. Il calore dei tifosi mi motiva a Jerez e il supporto è incredibile. Quindi voglio ripagarli con un grande spettacolo in gara. Siamo stati un po’ sfortunati nei tre turni di apertura e non poteva svolgersi al meglio, quindi non ero in grado di sfidare il mio compagno di squadra. Tuttavia, la squadra sta facendo un ottimo lavoro e io sono fiducioso – ha ammesso Pol Espargaro – sono pronto a lottare per le posizioni che contano. La pista è veloce ed è così divertente da guidare con la Yamaha, che ama veramente gli angoli rapidi. Abbiamo un paio di cose su cui lavorare, lo scopo è di qualificarci bene e poi vedere cosa succede”.