F1, Nico Rosberg: “Per mettere pressione a Lewis Hamilton devo batterlo in qualifica”

Nico Rosberg (Getty Images)
Nico Rosberg (Getty Images)

Nico Rosberg dopo sole 4 gare del Mondiale 2015 di Formula1 è già arrivato al punto di dover dare una svolta alla stagione per non dover dichiarare a breve di aver fallito il suo obiettivo, ovvero vincere il titolo iridato. In classifica è 2° con 66 punti, a ben 27 lunghezze dal compagno Lewis Hamilton e davanti di una sola rispetto a Sebastian Vettel su Ferrari. Sicuramente se lo aspettava diversamente questo inizio, dopo che nel 2014 aveva battagliato fino all’ultimo GP per vincere il Mondiale.

La prossima corsa sarà in Spagna sul circuito di Barcellona dove si sono svolti i test pre-campionato. Lì vedremo se il pilota tedesco sarà riscattarsi e dimostrare di poter contendere lo scettro iridato al campione del mondo in carica.  Intanto Nico Rosberg dichiara di non preoccuparsi della classifica e di aver ben chiari i suoi obiettivi: “Voglio solo fare delle belle gare, la classifica la guardo senza attenzione, non mi interessa – riporta Eurosport – Per mettere un po’ di pressione a Lewis intanto devo cercare di batterlo in qualifica. Lui controlla troppo facilmente la gara e guidando la stessa macchina non si può far niente per impensierirlo. Per questo devo batterlo in qualifica”.

L’anno scorso il figlio d’arte riuscì a fare della qualifica uno dei propri punti di forza, ma nel 2015 non ci sta riuscendo e Lewis Hamilton finora si è aggiudicato tutte le pole position. Nico Rosberg deve invertire il trend. Oltre al compagno deve pensare anche alle Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen che possono minacciare la sua seconda posizione. Sa che le rosse hanno un buon potenziale e più volte ha indicato in loro le rivali della Mercedes. Doppio compito difficile dunque per lui, ma deve dare prova di grande maturità e della sua forza. Ora o mai più probabilmente per non bruciare il 2015.