F1, Lewis Hamilton: “Ferrari molto speciale, ma corro con Mercedes dall’età di 13 anni”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (getty images)

Nella giornata di venerdì 24 aprile Lewis Hamilton e Stirling Moss si sono ritrovati all’Autodromo di Monza per un servizio fotografico dedicato ai 60 anni di successi sportivi della Mercedes. Due campioni, uno del passato e uno del presente, che si sono esibiti al volante di due gioielli della casa tedesca, la Sport 300 SLR e la W196 F1, al fine di celebrare il successo alla Mille Miglia del mitico Moss al volante della Mercedes 300 SLR, esattamente sessant’anni fa.

 

E per l’attuale campione del Circus non è stato certo facile tenere in pista una vettura come la W196 del 1955: “Quando sei sulla sopraelevata è pazzesco, la forza centrifuga ti porta all’esterno mentre lavori col volante e le gomme strette rimbalzano sui dossi dell’asfalto. Una sensazione meravigliosa”, ha raccontato Lewis Hamilton a ‘La Gazzetta dello Sport’, confessando di sentirsi emozionato di sentirsi al fianco di un campione come Moss e a bordo di una vettura storica.

Al termine dell’evento promozionale Hamilton e Moss si sono seduti a parlare con i giornalisti e il campione anglo-caraibico ha confessato di essere in procinto di rinnovare il contratto con la Mercedes: “Lo firmiamo, lo firmiamo…”, ma quando gli viene chiesto se in futuro potrà esserci la Ferrari il campione di F1 risponde: “Io corro per la Mercedes. È come chiedere a uno sposato con una bruna se vuole andare a letto con una bionda: come si fa a rispondere? Credo che la Ferrari sia molto speciale ed essere accettato da un team del genere e dai sui tifosi sia molto bello. Ma io sono con la Mercedes da quando avevo 13 anni…”.