F1, Toto Wolff: “Lewis Hamilton e Nico Rosberg sono due numeri 1 per la Mercedes”

Toto Wolff (Getty Images)
Toto Wolff (Getty Images)

La Mercedes in questo inizio di Mondiale 2015 di Formula1 si è confermata la monoposto migliore, anche se la Ferrari in Malesia è riuscita a vincere candidandosi come unica antagonista per il momento. Nei due lati del box si respirano, però, sensazioni diverse. Da una parte c’è Lewis Hamilton, vincitore di 3 gare su 4 e saldamente in testa alla classifica. Dall’altro Nico Rosberg, sempre dietro al compagno e in due occasioni anche alle rosse di Maranello.

Spesso qualcuno ha parlato della presenza dello status da driver numero 1 del campione del mondo in carica a cospetto di un compagno individuato invece come numero 2 del team. Ma Toto Wolff, direttore esecutivo della Mercedes, ha smentito in maniera categorica che la situazione sia quella che alcuni descrivono: “Noi abbiamo bisogno di due piloti numero 1 per spingere la squadra e le prestazioni della macchina – si legge su Formula1.com – Non ho dubbi che con Lewis e Nico non si verificherà una situazione diversa da questa”.

Mentre Nico Rosberg ha già prolungato il suo contratto nel luglio scorso, Lewis Hamilton non ha ancora rinnovato il suo in scadenza a fine 2015. Dalle indiscrezioni emerse e dalle dichiarazioni effettuate dalla parti sembrava che l’accordo sarebbe stato ufficializzato a breve. Invece pare che possa arrivare persino a fine campionato. Il ritardo dell’annuncio ha fatto scatenare una serie di ipotesi relative alle possibili richieste che l’inglese avrebbe fatto alla scuderia di Stoccarda, tra le quali quella di essere considerato il pilota numero1. Toto Wolff ha smentito anche questa voce: “Sono solo voci e non c’è nulla di vero. Con Lewis siamo praticamente ai dettagli e abbiamo superato la fase critica”. Ha ammesso che dunque che non sono mancate problematiche in sede di negoziato, ma sono state messe alle spalle. Lewis Hamilton rimarrà alla Mercedes, anche perché per lui non ci sono altre opzioni dello stesso livello. Si era parlato della Ferrari, ma sembra che non vi sia mai stato nulla di realmente concreto.