MotoGP 2015, Valentino Rossi: “Marquez non è intimorito, sarà una grande lotta”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (getty images)

Il veterano della MotoGP Valentino Rossi ha conquistato la vittoria numero 110 della sua carriera nel GP d’Argentina 2015, recuperando ben cinque secondi in 13 giri e superando la Honda di Marc Marquez al penultimo giro. Un’impresa che fa ritornare in mente gli anni d’oro del pesarese, anni che potrebbero ripetersi se continuerà di questo passo, nonostante i suoi 36 anni di età.

Il pilota Yamaha guida la classifica piloti a quota 66 punti, inseguito da Andrea Dovizioso a meno 6 e con il campione in carica della Repsol Honda a meno 30 dopo la caduta sul tracciato di Termas de Rio Hondo, un gap difficile ma non impossibile da colmare se il pesarese non commetterà errori nel corso della stagione.

Il ko del pilota spagnolo della Honda potrebbe costargli caro, anche se da circa tre anni a questa parte ha dimostrato di poter rimontare anche l’impossibile. E possiamo scommettere che già dalla prossima gara di Jerez sarà più determinato che mai…

 

La sfida iridata continua

“Non penso che un pilota come Marc può essere intimidito o confuso dai scarsi risultati”, ha dichiarato Valentino come riportato da Speedweek.com. “Ma era importante fargli vedere che siamo davvero in grado di essere molto forti in gara”. Peccato che nelle qualifiche il Dottore non riesca ad essere altrettanto all’altezza della situazione, altrimenti tutto potrebbe rivelarsi più semplice. La YZR-M1 pecca in velocità di punta sui rettilinei pur mostrando altre buone qualità vincenti. “Stiamo lavorando sodo in allenamento e una pole position sarebbe fantastica, ma siamo sempre pronti a correre. Sarà una grande lotta”.

Ma la sfida non sarà solo contro Marc Marquez, ma anche contro le Ducati ufficiali e il suo compagno di squadra Jorge Lorenzo assetato di vittorie: “Al momento Andrea (Dovizioso, ndr) è il pilota che si trova a soli sei punti dietro di me. Ha intrapreso una stagione quasi perfetta sin dall’inizio. La stagione è ancora lunga, Márquez saprà recuperare. E mi aspetto anche Jorge, Iannone e Cal avanti. Jorge ha avuto problemi – ha concluso Valentino Rossi -, ma presto sarà più forte”.