Patente professionale, arriva il super bonus di 200 punti

Patente a punti
Patente a punti (getty images)

Una nuova proposta di legge riguardante la patente a punti sta per approdare in Parlamento e sarà presentata dal capogruppo di Sel Arturo Scotto. L’assunto di base è: più chilometri fai, più punti guadagni sulla patente di guida.

Nella relazione alla pdl il capogruppo del movimento di Nichi Vendola a Montecitorio scrive: “La cosiddetta patente a punti se, da un lato, si pone come importante deterrente alla trasgressione delle norme del codice della strada, dall’altro incide profondamente sulla vita professionale e familiare di quei soggetti che possiamo definire i professionisti della strada”.

Il ‘patentone‘ potrebbe essere un’innovazione di cui potranno beneficiare autisti, trasportatori, rappresentanti, taxisti e affini, dal momento che queste categorie di persone sono “statisticamente più soggette a commettere violazioni e a bruciare punti-patente”. La patente professionale consentirebbe così di avere un bonus fino a 200 punti, in modo da agevolare il lavoro di chi passa ore e ore della giornata al volante, anche perchè, continua Arturo Scotto, “nel caso di un utente professionale, il ritiro della patente è destinato a incidere non solo sul diritto alla guida di un automezzo, ma produce effetti anche sul reddito della persona”, poichè causa l’impossibilità al lavoro e influisce sui diritti fondamentali del cittadino.