MotoGP, Matteo Renzi: “Valentino Rossi pazzesco, non smette mai di stupirci”

Matteo Renzi
Matteo Renzi (getty images)

Valentino Rossi stavolta ha messo a segno una gara davvero leggendaria che nessuno si sarebbe mai aspettato. Partire dall’ottava posizione in griglia e superare Marc marquez, partito dalla pole position, quando mancava un giro al termine è qualcosa di sovrumano, di divino. Ciliegina sulla torta è stata la caduta del campione in carica della Repsol Honda che ora dovrà sudare per recuperare terreno in classifica. Ma quella di ieri è stato un Gran Premio come non si vedeva da anni, dai tempi di Rossi, Gibernau, Stoner… e che ha colpito anche il presidente Matteo Renzi!

E ne sa qualcosa un esperto di MotoGP del calibro di Carlo Pernat che, sul suo profilo Facebook, fa una breve analisi del Gran Premio di Termas de Rio Hondo: “Francamente sono stanco di dire sempre che Valentino ha fatto il gran premio più bello della sua lunga carriera, tanto ci frega sempre tutti facendone una migliore. Il capolavoro di oggi è stato quello di aver fatto fare a Marquez un errore da principiante – ha commentato il magaer ligure -. La fama di ammazzagrandi continua nella carriera di Vale, da Biaggi a Gibernau e forse oggi Marquez: Ormai anche la Ducati è a tutti gli effetti una moto competitiva e oggi in gara usava gli stessi pneumatici della Honda, quindi senza alcun vantaggio. Nei primi tre posti della classifica mondiale ci sono Rossi, Dovizioso e Iannone, che vogliamo di più?”.

Persino il premier italiano Matteo Renzi è intervenuto per complimentarsi con il campione di Tavullia in terra argentina: “È pazzesco, dopo l’altro Gran Premio lo chiamai, dicendogli “Mamma mia, che cosa strepitosa che hai fatto”, non finisce mai di stupirci – ha detto ai microfoni di radio RTL 102.5 – e credo che sia una cosa straordinaria”.