MotoGP Argentina, Valentino Rossi: “Posso lottare per il podio, Marquez è imprendibile”

Valentino Rossi e Marc Marquez
Valentino Rossi e Marc Marquez (getty images)

Le qualifiche del Gran Premio dell’Argentina si sono rivelate più ostiche del previsto per le Yamaha e in particolar modo per Valentino Rossi, che in griglia di partenza occuperà l’ottava casella. Marc Marquez nonostante le tante difficoltà ha conquistato la pole position sul circuito Termas de Rio Hondo e pensare di poterlo recuperare è quasi utopia.

Nonostante il gap di partenza, cui si aggiunge quello delle prestazioni delle moto, il pilota della Repsol Honda continua a snobbare le Ducati e a ritenere Jorge Lorenzo e il Dottore i suoi principali avversari: “Partono in seconda e terza fila e sono Rossi e Lorenzo. Penso che sarà una gara complicata, soprattutto all’inizio”.

Ma il pesarese, pur rilanciando la sfida a Marc Marquez, sa bene che recuperare posizioni e lottare con lui non sarà semplice: “Mi considera un rivale per la corsa? Fa bene. Sono primo in campionato e anch’io ho vinto una gara finora – ha detto Valentino ai microfoni di Sky Sport -. Stavolta però non credo di poter arrivare a lottare con lui. Ha un passo migliore e partirà due file avanti rispetto a me. Partirò ottavo, davanti avrò delle moto da superare e con la velocità massima che abbiamo in questo momento dubito che sarà facile”.

D’altronde in questo week-end argentino la Yamaha M1 di Rossi non è mai sembrata in perfetta sintonia con il tracciato: “Ci sono sei punti della pista dove non sono al 100%. La gomma media è troppo soffice, perciò userò probabilmente la più dura al posteriore soprattutto se le temperature saranno le stesse di oggi – ha precisato il campione di Tavullia -. La chiave per domani sarà la gomma, dovremo ancora lavorare sul pneumatico più duro e capire che passo potremo tenere. Oggi è già andata meglio, ma c’è più spin in accelerazione”.

In vista della gara che prenderà il via alle 21 (ora italiana) pare avere un obiettivo abbastanza chiaro: “Con il mio passo posso lottare per il podio… Sicuramente Suzuki e Ducati potranno essere più performanti di noi, ma sulla distanza verremo fuori. Però dovremo superarli e per come andiamo sul rettilineo non sarà semplice. Sono sicuro di poter lottare con Jorge, con Marc per ora no”. Ma a gara in corso tutto sarà possibile e il warm-up potrebbe essere decisivo…