MotoGP Argentina, Aleix Espargaro: “La Suzuki si adatta bene a questa pista”

Aleix Espargaro
Aleix Espargaro (getty images)

Sebbene sia solo la prima giornata di prove libere il Team Suzuki Ecstar chiude il venerdì del Gran Premio dell’Argentina con un bel sorriso, confermando di aver fatto un piccolo passo avanti nello sviluppo della GSX-RR. Aleix Espargaro conquista il miglior tempo in ambo le sessioni di prove libere, mettendosi alle spalle le Ducati, le Honda e le Yamaha ufficiali.

Il pilota spagnolo ha chiuso il day fermando il cronometro a 1’38″776, rifilando mezzo secondo alla GP15 di Andrea Iannone, mente il rookie Maverick Vinales è 11esimo. “Anche se è solo il primo giorno essere in cima è una sensazione positiva e siamo felici – ha detto il team manager Davide Brivio -. Aleix ha fatto un ottimo lavoro con la sua pole provvisoria e anche Maverick ha avuto una giornata positiva, le moto sembrano aver un buon rendimento. La pista non è al suo meglio e con queste condizioni si può sfruttare il buon telaio che abbiamo e la nostra esperienza nel fare al meglio il set-up. Per domani mi aspetto che tutti i nostri concorrenti abbassino i tempi – quindi cercheremo di stare il più in alto possibile in classifica, di cercare il miglior set-up e anche scegliere le gomme giuste”.

 

Aleix Espargaro ha sempre ottenuto buoni risultati sul circuito di Rio Hondo, ma quest’anno sembra davvero sentirsi a proprio agio: “Come ho detto prima di venire qui, mi piace molto questa pista molto e penso che sia adatto per la nostra moto. L’anno scorso ho avuto una buona prestazione, ma quest’anno sta andando ancora meglio… Anche se le condizioni della pista sono ancora scivolose, le capacità di gestione della mia GSX-RR mi ha dato molta fiducia: solo in un angolo abbiamo ancora problemi di chattering, ma siamo in grado di essere molto efficaci in tutto il resto del circuito. Di sicuro domani i tempi si abbasseranno notevolmente, quindi abbiamo ancora molto da fare – ha sottolineato Aleix espargaro –  ma sono molto contento di come la moto reagisce e le sensazioni che mi dà”.