MotoGP Argentina, Marc Marquez: “Siamo già ad un buon livello”

Marc Marquez sul circuito di Rio Hondo
Marc Marquez (getty images)

La prima giornata di prove libere del Gran Premio dell?Argentina è stata fortemente condizionata dalla pista sporca e dall’usura delle gomme, anche se tra la prima e la seconda sessione il circuito di Rio Hondo è progressivamente migliorato. Ma in vista delle qualifiche e della gara sarà fondamentale valutare le giuste condizioni dell’asfalto e trovare il set-up ideale.

Marc Marquez ha chiuso le FP1 al decimo posto, mentre al pomeriggio è riuscito a risalire in terza piazza con il tempo di 1’39″336, alle spalle di Aleix Espargaro e di Andrea Iannone: “Sono abbastanza contento oggi, anche se la pista non era nelle migliori condizioni. Nella prima sessione si scivolava molto, ma nelle FP2 era meglio. Le cose stanno gradualmente migliorando e ci siamo sentiti progressivamente più a nostro agio”, ha dichiarato il pilota della Repsol Honda al termine del day 1.

“Penso che la chiave di questo fine settimana sarà comprendere l’evoluzione del livello di grip della pista e adattare il set-up per i cambiamenti – ha proseguito il campione in carica della MotoGP -. Ma la cosa importante è che siamo stati in grado di uscire e girare e siamo già ad un buon livello”.

Il suo compagno di squadra provvisorio Hiroshi Aoyama, sostituto di Dani Pedrosa per il secondo Gran Premio consecutivo, ha chiuso in 21esima posizione ammettendo di aver incontrato non poche difficoltà: “Questa mattina e oggi pomeriggio è stato difficile per me sulla moto. Non ero in grado di ottenere un buon feeling sulla moto a causa delle condizioni della pista… Non è il modo migliore per iniziare il primo giorno – ha concluso il rider nipponico -, ma ci sarà da analizzare i dati stasera e cercare di migliorare domani”.