F1, la grid girl di Shanghai difende Lewis Hamilton: “E’ durato solo uno o due secondi”

Lewis Hamilton sul podio di Shanghai (Getty Images)
Lewis Hamilton sul podio di Shanghai (Getty Images)

Alla vigilia del Gran Premio di Formula 1 in Bahrain, durante la tradizionale conferenza stampa, Lewis Hamilton ha dato una spiegazione a quanto accaduto sul podio di Shanghai, quando dopo la vittoria ha irrorato di champagne una giovane grid girl del posto.

Alcuni media internazionali e l’associazione Object per giorni lo hanno accusato di sessismo, sottolineando l’egoismo e e il disprezzo alla base di quel gesto, ma il campione in carica del Circus ha respinto le accuse, rimarcando il fatto che non fosse sua intenzione mancare di rispetto a nessuno.

Ma a mettere definitivamente una pietra sopra a questa sterile polemica ci pensa la diretta interessata, la 23enne Liu Siying, laureata al Shanghai Institute of Visual Art, che ha minimizzato quanto successo sul podio e difeso il campione di F1: “E’ durata solo uno o due secondi, e non ci ho pensato troppo come hanno fatto altri”, ha dichiarato in un’intervista rilasciata al Shanghai Daily.

Secondo il giornale cinese Liu lavora nel servizio amministrativo di una società immobiliare locale ed è una fan del pilota finlandese Kimi Raikkonen, scelta per salire sul podio del GP di Shanghai. “Penso che alcuni media stranieri siano più sensibili sul tema rispetto ai media locali”, ha aggiunto la ragazza laureata in arte. “Mi è stato detto dal mio datore di lavoro di stare sul podio, e questo è quello che ho fatto. Non posso controllare il comportamento di altre persone quando sto lavorando. Spero che i media non perseverino e che quanto accaduto non influenzi la mia vita personale”. Il capitolo è chiuso.

 

 

Luigi Ciamburro