MotoGP, Luigi Dall’Igna: “Dovizioso ha portato a casa un gran risultato”

Gigi Dall'Igna (Getty Images)
Gigi Dall’Igna (Getty Images)

Secondo podio su due gare per Andrea Dovizioso che conferma le aspettative della nuova Ducati GP15, la moto progettata da Luigi Dall’Igna dopo un anno di lavoro e raccolta dati. Dopo una lunga attesa e anni difficili la casa di Borgo Panigale sembra essere ad un passo dall’aver colmato il gap dalla Honda ufficiale e potrebbe bastare un ulteriore step per aspirare alla vittoria del titolo mondiale. Una previsione forse troppo affrettata, ma le Rosse hanno di certo raggiunto il livello della Yamaha Factory. E questo è un dato di fatto.

 

La Ducati GP15 è una moto da podio!

Il podio del Texas fa sorridere il Direttore Generale Ducati Corse, più del secondo posto ottenuto in Qatar due settimane fa: “Quella di oggi è stata sicuramente un’altra bella gara per la nostra squadra, ed il secondo posto ottenuto oggi da Dovizioso ha un sapore più dolce rispetto a quello del Qatar – ha dichiarato Luigi Dall’Igna sul sito Ducati -. Abbiamo fatto una scelta coraggiosa, utilizzando una gomma anteriore più morbida rispetto a quasi tutti gli altri, convinti che il problema non fosse tanto la gomma quanto lo stile di guida. Dovi è stato davvero bravissimo ed ha saputo gestire la gara con intelligenza, cercando di risparmiare la gomma anteriore, ed è poi stato incisivo al momento giusto ed è riuscito a portare a casa un gran risultato”.

Andrea Iannone ha perso tempo prezioso al primo giro per non restare coinvolto in un incidente altrui. poi ha dovuto forzare la moto per recuperare terreno e questo ha causato un deterioramento delle gomme anticipato, dovendo cedere la quarta piazza a Jorge Lorenzo: “Anche Iannone ha disputato una buona gara e in pista era molto veloce – ha proseguito Luigi Dall’Igna -. Credo che anche lui avrebbe potuto puntare al podio se non avesse dovuto forzare nei primi giri, quando ha dovuto lottare per superare diversi piloti prima di agganciare il gruppo dei primi, e verso fine gara si è trovato in crisi con lo pneumatico anteriore. Adesso andiamo in Argentina e cercheremo di confermare sul circuito di Termas de Rio Hondo le buone prestazioni delle prime due gare del campionato”.