MotoGP Austin, Danilo Petrucci: “Bella battaglia con Vinales, ma ho preferito non rischiare”

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (getty images)

Gran Premio del Texas dal doppio volto per il Pramac Racing Team che vede Danilo Petrucci chiudere al decimo posto, mentre il colombiano Yonny Hernandez, terzo nel warm-up, si è dovuto ritirare all’ottavo giro a causa di una scivolata nell’ultima curva, lasciando Austin senza punti.

Ma resta la grande soddisfazione del pilota ternano che dopo il 12esimo piazzamento in Qatar ora chiude la top ten, dopo aver ceduto il nono posto allo spagnolo Maverick Vinales in sella alla Suzuki: “Sono partito bene ma il primo giro è stato un po’ difficile e gli altri sono andati subito via – ha spiegato Petrux -. Ero un po’ in difficoltà con l’agilità della moto avendo preferito privilegiare la stabilità. Questo mi ha esaurito fisicamente e dopo pochi giri sentivo la moto pesantissima. Ma è stata una mia scelta quindi nessuna recriminazione. Ho fatto una bella battaglia con Vinales. Io avevo più motore ma la moto scivolava molto e allora ho preferito non rischiare e portare a casa una Top 10″.

Danilo Petrucci ringrazia la Ducati per l’ottimo lavoro svolto finora: “Tutti mi sta aiutando tantissimo, sento di avere fiducia e questo mi permette di lavorare con calma per provare a stare nel gruppo davanti. Sarebbe stato bello chiudere al nono posto ma ci rifaremo a Rio Hondo, una pista che mi piace di più, diversa anche come caratteristiche”.

 

Unico neo della giornata la caduta di Yonny Hernandez che ha accusato mancanza di grip: “Ho iniziato molto bene ma con la gomma dura non sono riuscito mai a trovare il ritmo per andare forte. Sentivo di perdere sempre aderenza sulla ruota anteriore e quindi avrei dovuto rallentare un po’. Nella curva prima del rettilineo ho poi commesso un errore perdendo la ruota posteriore e sono scivolato – ha spiegato il pilota colombiano -. Mi dispiace molto ma ero davvero al limite in ogni curva e sarebbe stato molto difficile arrivare in fondo continuando a spingere forte. Guardo al Gran Premio di Argentina che considero quasi una gara di casa. Avrò tanta motivazione. E darò il massimo per fare un buon risultato e mettermi alle spalle questo week end”.