Moto3, Enea Bastianini: “Ho corso una bella gara in rimonta”

Enea Bastianini
Enea Bastianini (getty images)

Sul circuito texano di Austin il Gresini Racing Team Moto3 ha collezionato un buonissimo risultato con Enea Bastianini al quarto posto e Andrea Locatelli al settimo, in attesa della prossima gara in Argentina fra meno di una settimana. Nei giri finali Bastianini, dopo essere scattao dall’ottava casella in griglia di partenza, è riuscito a recuperare terreno dal gruppo di testa formato dal vincitore Danny Kent, da Fabio Quartararo ed Efren Vazquez.

“Sono soddisfatto perché ho corso un’altra bella gara in rimonta – ha detto il 17enne pilota riminese -: quando ero in bagarre con gli altri piloti ci sono stati vari contatti che mi hanno fatto perdere terreno e per questo mi sono dovuto rifare sotto diverse volte, riuscendo in ogni caso a mantenere nel finale il contatto con i piloti in lotta per il podio. Purtroppo all’ultimo giro ho faticato a tenere la scia dei piloti davanti a me in rettilineo – ha aggiunto Enea Bastianini -, ma ho comunque superato Masbou e agguantato il quarto posto. All’ultima curva ho anche provato ad attaccare Vazquez per il podio, ma era troppo lontano ed ero già al limite. Questo fine settimana Kent ha fatto veramente la differenza, mentre noi avremo forse potuto ottenere qualcosa in più se le condizioni meteo non avessero rallentato il nostro lavoro in prova, ma va benissimo così: i punti del quarto posto sono molto importanti per il campionato”.

 

Anche Andrea Locatelli ha portato a casa un buon risultato con il settimo posto finale sul COTA: “A inizio gara, quando ho visto Kent allungare, ho provato anch’io a spingere per prendere un po’ di margine sul gruppetto e provare a stare con lui, ma ho fatto qualche errorino e così ho dovuto continuare a lottare tanto in mezzo agli altri piloti – ha spiegato il rider lombardo -. Purtroppo poco dopo metà gara ho dovuto schivare la moto di Oliveira e lì ho perso un sacco di tempo… Peccato, ma queste sono le gare e tutto sommato sono anche stato fortunato ad evitare la moto per un pelo e continuare. A quel punto avevo perso il contatto con il gruppo di testa e anche se potevo contare su un buon passo non c’era più possibilità di riagganciarlo – ha spiegato Locatelli -, così mi sono giocato la posizione con Fenati, avendo poi la meglio nel finale. Potevamo raccogliere di più, ma va benissimo così: questo risultato per me vale come un podio”.