MotoGP Austin, Andrea Iannone: “Non riesco a sfruttare la gomma morbida”

Andrea Iannone
Andrea Iannone (getty images)

Andrea Iannone ha riscontrato qualche difficoltà con la gomma morbida durante le qualifiche, motivo per cui è rientrato ai box per montare la posteriore media e ottenere il suo miglior crono in Q2 in 2’02”792 sul circuito di Austin, che gli è valso il settimo piazzamento.

“Sinceramente non sono molto soddisfatto delle mie qualifiche e della mia posizione in griglia, però sono invece ottimista in ottica gara perché con la gomma media riesco ad tenere un buon passo, e in FP3 e FP4 abbiamo superato la distanza di gara utilizzando sempre lo stesso pneumatico – ha spiegato Andrea Iannone -. Purtroppo ho ancora qualche difficoltà in qualifica e non riesco a sfruttare bene la gomma morbida, che mi avrebbe potuto dare una mano per partire più avanti, e questa è una cosa su cui dovremo lavorare insieme alla mia squadra”.

 

E’ andata molto meglio al suo compagno di squadra Andrea Dovizioso che ha sfiorato la pole per pochi millesimi e chiuso le qualifiche in 2’02″474: “Quando vengono fuori questi risultati, vuol dire che sicuramente si è lavorato bene. Sono molto soddisfatto della prima fila e del mio miglior crono e sono contento del lavoro del mio team – ha ammesso il forlivese -. Siamo riusciti a migliorare un po’ il feeling nel turno di FP4, e questo mi ha permesso di poter essere aggressivo in qualifica ed ottenere un gran bel tempo. Qui in Texas abbiamo avuto un po’ più di difficoltà che in Qatar, perché la pista di Austin è particolare e le condizioni meteo certamente non ci hanno aiutato. Domani non sarà facile – ha sottolineato il Dovi -, però devo dire che siamo competitivi e quindi penso di poter fare una bella gara”.