MotoGP Austin, Marc Marquez: “Tutto è andato alla perfezione”

Marc Marquez
Marc Marquez (getty images)

Marc Marquez ha dimostrato ancora una volta la stoffa del fuoriclasse compiendo un’impresa unica e rara durante le qualifiche del Gran Premio di Austin. Sul rettilineo del box si è accesa una spia sul cruscotto della sua Honda RC213V per un problema ancora ignoto, quando mancavano 2’23” al termine della sessione, ma il campione di Cervera non si è arreso: ha parcheggiato la moto, saltato il muretto e corre ai box per prendere quella di riserva e segnare un tempo sbalorditivo in 2’02″135, sei decimi più veloce del record della scorsa stagione, soffiando la pole position alla Ducati di Andrea Dovizioso.

 

“Sono felice, perché dopo aver avuto un problema siamo stati in grado di tornare indietro e impostare il tempo più veloce “, ha detto Marc Marquez come riportato da Crash.net. “E’ stato piuttosto insolito da ciò che siamo abituati, perché quando ho attraversato la linea per la prima volta con la seconda gomma ho visto una spia sulla moto. Quando ciò accade normalmente ci viene consigliato di spegnere il motore – ha spiegato lo spagnolo -. Poi sono stato in grado di salire sulla seconda moto, a non prendere la bandiera a scacchi e fare un gran giro finale. Tutto è andato alla perfezione”.

Un’impresa davvero unica che lascia ben sperare per la vittoria di domani, anche se la Ducati sembra davvero in grandissima forma e ci sarà da combattere fino all’ultimo: “E’ importante, perché domani ci aspettiamo una gara movimentata con le condizioni meteorologiche instabili. Se la gara è asciutta sono pronto. Se è bagnato, invece, dovremo vedere come vanno le cose”.