MotoGP Austin: Ducati conferma il trend positivo nel day 1

Andrea Iannone sul podio del Qatar
Andrea Iannone (getty images)

Dopo qualche piccola difficoltà iniziale nelle FP1 Andrea Iannone si piazza terzo nella seconda sessione di qualifiche del GP di Austin, confermando l’ottimo stato di forma della Ducati Desmosedici GP15 che, anche in questo week-end, potrà lottare per un posto sul podio. Il pilota abruzzese ha fatto segnare il suo crono più veloce in 2’05″190 con la gomma posteriore morbida e su pista asciutta, mentre resta da limare qualche difetto sull’asfalto bagnato, dal momento che le previsioni meteo risultano imprevedibili per questo fine settimana texano.

“Sono contento per com’è finita la giornata di oggi. Il turno di FP1 di questa mattina era stato un po’ difficile per me perché non avevo un buon feeling con la mia moto sul bagnato – ha spiegato Andrea Iannone sul sito Ducati -. Nel pomeriggio invece sono riuscito ad essere abbastanza veloce con la moto in configurazione da asciutto e sin dall’inizio del secondo turno ho avuto un buon feeling con la mia GP15: mi piace come si comporta e quindi sono soddisfatto per come siamo messi in questo momento. Vedremo comunque domani (oggi, ndr) come saranno le condizioni del meteo”.

 

Andrea Dovizioso, invece, sul bagnato ha messo tutti dietro segnando il miglior crono nelle FP1, mentre nella sessione pomeridiana si è piazzato quinto: “E’ stata una giornata tutto sommato positiva, anche se le condizioni erano particolari, però siamo contenti perché siamo stati veloci sia con la pioggia che sull’asciutto – ha dichiarato il pilota Ducati -. Oggi pomeriggio l’obiettivo primario era stare nei primi dieci perché domani mattina molto probabilmente pioverà. Purtroppo non abbiamo potuto lavorare molto con l’asciutto, ho fatto solo quattro giri e il mio feeling con la moto non è ancora ottimale. Dobbiamo migliorare diversi aspetti, sia sul bagnato che sull’asciutto, se vogliamo poter lottare per il podio domenica – ha concluso Andrea Dovizioso -, ma i limiti della moto sono molto simili nelle varie condizioni meteo, e quindi in ogni caso domani potremo lavorare per provare a risolverli.”