F1 Shanghai, Kimi Raikkonen: “Buona giornata, ma è presto per fare previsioni”

Kimi Raikkonen a Shanghai
Kimi Raikkonen (getty images)

Kimi Raikkonen ha chiuso la prima giornata di prove libere del Gran Premio della Cina al secondo posto, a quattro decimi dal giro veloce di Lewis Hamilton, di cui è riuscito a tenere il passo. Il pilota finlandese ha dovuto fare i conti con un problema ai freni durante le FP2, ma i meccanici della Ferrari sono stati rapidi a risolvere il problema in men che non si dica.

Adesso bisognerà ripetersi nella giornata di domani, anche se non sarà facile, dato che è prevedibile attendersi un ritorno al vertice della Mercedes di Nico Rosberg e del suo compagno di squadra Sebastian Vettel (4° nelle Prove libere 2), senza tralasciare il passo in avanti della Red Bull.

“Nel complesso oggi è stata una buona giornata di lavoro. Al pomeriggio abbiamo avuto un problema ai freni, ma i meccanici hanno fatto un ottimo lavoro e sono riusciti a porvi rimedio, permettendomi di tornare in pista e completare il programma – ha spiegato Kimi Raikkonen sul sito Ferrari.com -. E’ un po’ presto per fare previsioni, ci sono ancora molte cose da migliorare e per domani dobbiamo essere sicuri che tutto funzioni bene e che sia un’altra buona giornata, senza problemi né grandi né piccoli; da lì faremo del nostro meglio per qualifica e gara”.

 

Sebastian Vettel: “Dobbiamo avvicinarci alle Mercedes”

Il suo compagno di team Sebastian Vettel si è detto certo di poter migliorare nella giornata di domani, pur dovendo ammettere la superiorità del team tedesco campione in carica: “In generale sono contento della vettura, ma credo che domani si possa migliorare ancora. Del resto è a questo che serve il venerdì. Ci sarebbe piaciuto riuscire a fare più giri, ma nel complesso è stata una buona sessione, anche per la squadra. Per domani penso si possa fare un altro passo avanti, poi vedremo cosa fare. Siamo solo alla terza gara dell’anno, e oltre a ciò questa pista è diversa dalla Malesia, per cui la cosa più importante è concentrarci su noi stessi – ha sottolineato il pilota tedesco -. L’obiettivo n.1 resta quello di stare subito dietro alla Mercedes, perché bisogna accettare il fatto che loro sono molto forti, ma con il passare del tempo cercheremo di avvicinarci sempre di più”.

Il quattro volte campione del mondo non sembra spaventato dal posso in avanti della Red Bull e conta su una gestione gomme ottimale per ambire al podio nel GP di Shanghai: “Spaventato dalla Red Bull? No, credo che questo per loro sia stato il primo venerdì senza troppi problemi, ed è chiaro che man mano che sta la stagione va avanti, le cose diventeranno sempre più difficili, perché ognuno troverà il suo ritmo. La cosa importante – ha concluso Vettel – sarà riuscire a gestire le gomme”.