MotoGP Ducati, Andrea Iannone: “Voglio restare con i piedi per terra”

Andrea Iannone (Getty Images)
Andrea Iannone (Getty Images)

 

Andrea Iannone intende “restare con i piedi per terra” dopo aver conquistato il primo podio in sella alla sua Ducati nella gara inaugurale del Motomondiale 2015 in Qatar.

Il giovane italiano ha chiuso il GP al terzo posto, dietro a Valentino Rossi e al team mate Andrea Dovizioso, dopo aver superato il rivale della Yamaha Jorge Lorenzo.

 

I prossimi obiettivi

Quali sono i suoi obiettivi per i prossimi appuntamenti della MotoGP, a partire dalla gara del prossimo weekend ad Austin?

“Spero di poter lottare per finire tra i primi cinque – dice Andrea Iannone ai colleghi di Crash.net – . Non voglio parlare di un podio ogni domenica, perché mi rendo conto che in MotoGP è molto difficile”. E “tutti i piloti sono forti”.

Meglio dunque optare per il profilo basso. “Certo, la nuova GP15 ha consentito un notevole miglioramento, ma sta ancora muovendo i primi passi – aggiunge Iannone – . Non so come mi troverò quando correrò per la prima volta con questa moto ad Austin. Sono ottimista, ma voglio restare con i piedi per terra”.

Anche perché dopo l’esperienza in Moto2 Iannone si è reso conto che “con la MotoGP è tutto diverso”. E questo è per lui “il primo anno con una moto competitiva…”.

Detto questo, il risultato ottenuto in Qatar è stata “un’emozione incredibile” e “uno stimolo fondamentale, perché era da tanto tempo che non salivo sul podio”; un’impresa “resa possibile non solo per merito mio, ma grazie all’impegno dell’intera squadra, che desidero ringraziare”, conclude Iannone.