MotoGP 2015, Andrea Dovizioso: “Posso guidare la moto in modo diverso”

Andrea Dovizioso a Losail
Andrea Dovizioso a Losail (getty images)

Andrea Dovizioso e la Ducati hanno sfiorato la vittoria nella prima gara stagionale, ma salire sul podio di Losail con entrambe le moto ufficiali equivale ad uno straordinario successo che fino allo scorso anno sembrava impossibile, ma che si è iniziato a intravedere già nei test invernali con l’esordio della nuova GP15 disegnata da Luigi Dall’Igna.

Visto il debutto stagionale è facile attendersi entro la fine della stagione una vittoria, o forse più, e la prossima occasione sarà il Gran Premio: “La gara ha fornito informazioni importanti in modo che possiamo lottare per la vittoria in futuro”, ha detto Andrea Dovizioso in un’intervista riportata da Speedweek.com. Eppure resta un po’ di amaro in bocca per quel secondo posto giunto con un solo decimo di distacco da Valentino Rossi…

Ma l’importante è avere una moto all’altezza delle Honda e delle Yamaha dopo anni difficili in cui tra la Ducati e il vincitore c’erano almeno una decina di secondi di gap. “Posso guidare la moto in modo diverso”, ha aggiunto il pilota forlivese. “Ecco perché siamo stati in grado di lottare per la vittoria fino alla fine… Il risultato è più di quanto ci aspettassimo, perché la moto è nuovo di zecca”, quindi potrebbe rubare ulteriori decimi agli avversari.

Dopo una gara del genere il lavoro di sviluppo della Desmosedici GP15 potrebbe subire un brusco miglioramento e il prossimo Gran Premio darà risposte importanti al team di Borgo Panigale: “Dopo una gara così si hanno un sacco di informazioni su ogni dettaglio. Questo ci aiuta a migliorare le piccole cose in modo che possiamo continuare a lottare per la vittoria in futuro”.