F1, Kimi Raikkonen: “Mercedes ancora più veloce della Ferrari, ma miglioreremo”

Kimi Raikkonen (Getty Images)
Kimi Raikkonen (Getty Images)

Kimi Raikkonen nei primi due gran premi del campionato 2015 di Formula1 è stato sicuramente sfortunato. In Australia il dato di una ruota montato male lo ha costretto al ritiro, mentre in Malesia è arrivato 4° solo dopo aver compiuto una magistrale rimonta causata da una foratura ad un pneumatico provocata da Felipe Nasr con la Suaber. Il pilota scandinavo avrebbe sicuramente potuto ottenere di più visto che i suoi tempi non erano poi distanti da quelli del compagno Sebastian Vettel.

La Ferrari comunque ha messo a disposizione dei suoi driver delle monoposto competitive e dunque c’è ottimismo al box per il futuro. Il 2014 disastroso sembra veramente un lontano ricordo.

 

Kimi Raikkonen fiducioso sul futuro della Ferrari

Il campione del mondo del 2007, nonostante gli episodi sfortunati che gli sono successi, è comunque soddisfatto dei progressi fatti dal team anche se ritiene ancora che la Mercedes sia l’avversario più forte da battere: “Abbiamo un pacchetto piuttosto forte, ma sappiamo che non siamo esattamente veloci come loro – ha dichiarato alla Espn -. Ma stiamo lavorando su questo e rispetto all’anno scorso abbiamo fatto un grande passo in avanti. La squadra sta facendo le cose giuste e ci spinge nella corretta direzione per recuperare il gap dalla Mercedes. Anche se Sebastian Vettel ha vinto, sappiamo che dobbiamo ancora recuperare in alcune aree”.

Kimi Raikkonen ha riconosciuto che all’interno del team Ferrari la vittoria di Sebastian Vettel ha stupito meno di quanto sia sembrato dall’esterno: “Abbiamo avuto una buona monoposto fin dalla prima gara e già nel primo test l’avevamo giudicata così. Non è una grande sorpresa per noi, anche se forse il clima di Sepang ci ha aiutati un po’. Ovviamente dobbiamo migliorare ancora e ciò avverrà grazie a delle nuove componenti che arriveranno”.

Il pilota scandinavo resta dunque con i piedi per terra pur riconoscendo che la rossa ad oggi è una vettura completamente diversa rispetto al 2014 e che può lottare per risultati importanti. La Mercedes resta il punto di riferimento, ma c’è la consapevolezza che adesso il distacco è diminuito. Kimi Raikkonen sicuramente auspica di essere maggiormente protagonista in Cina.