MotoGP Ducati, Gigi Dall’Igna: “Peccato, potevamo vincere”. Andrea Dovizioso: “E’ solo l’inizio”

Andrea Dovizioso, Andrea Iannone e Valentino Rossi a Losail
Andrea Dovizioso, Andrea Iannone e Valentino Rossi (getty images)

Dopo anni di sofferenza e attesa il team Ducati torna a sorridere e, soprattutto, a salire sul podio. Non di certo per caso, come spesso può accadere per un colpo di fortuna, ma con merito e dedizione al lavoro. La casa di Borgo Panigale chiude la prima gara stagionale del Qatar con Andrea Dovizioso al secondo posto e Andrea Iannone al terzo, sfiorando una vittoria che presto potrebbe arrivare, perchè la nuova Desmosedici GP15 è migliorata sia in termini di velocità che di frenata e il gap dagli avversari sembra ormai quasi azzerato.

“E’ sicuramente una grandissima emozione avere due piloti sul podio con la nuova GP15 – ha dichiarato Luigi Dall’Igna, Direttore Generale Ducati Corse -, per cui sono veramente contento, soprattutto per i ragazzi di Ducati Corse che hanno fatto un grandissimo lavoro a casa, progettando, disegnando e costruendo la nuova moto veramente in pochissimo tempo durante questi ultimi mesi. Probabilmente oggi potevamo anche vincere e non esserci riusciti mi lascia un po’ di amaro in bocca – ha confessato l’ingegnere veneto sul sito ufficiale Ducati -, ma il risultato di oggi è comunque fantastico e sono sicuro che riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo nelle prossime gare”.

 

I piloti ringraziano il team di Borgo Panigale

Un doppio successo che premia il lavoro svolto da tecnici e meccanici della scuderia italiana e la costanza dei due piloti che hanno dato massima fiducia alla Ducati. “A casa i ragazzi di Ducati Corse hanno fatto un grandissimo lavoro questo inverno, ed io devo tanto a loro – ha confessato Andrea Iannone -. E’ dal 2013 che sono supportato da questo grande marchio, che mi ha aiutato a crescere e mi ha insegnato tante cose, e quindi questo mio primo podio lo dedico tutto a loro. Grazie a tutta la Ducati, a Gigi Dall’Igna, a Claudio Domenicali e a tutte le persone che lavorano con me”.

Peccato per la vittoria mancata per un soffio, ma siamo solo alla prima gara stagionale e Andrea Dovizioso avrà di certo ancora molte occasioni per agguantare quel trionfo che a Borgo Panigale attendono da anni: “Voglio ringraziare tutti gli ingegneri e le persone che a Bologna hanno reso possibile preparare la moto in tempo per i test di Sepang 2, i meccanici che hanno lavorato tante ore durante questo weekend e tutti i ragazzi di Ducati Corse per l’impegno che hanno messo in questo progetto – ha detto il pilota forlivese -. Iannone ed io siamo riusciti a portare due Ducati sul podio ed è un risultato davvero speciale, ma soprattutto credo che questo sia solo un punto di partenza per il futuro”.