Dani Pedrosa lascia la MotoGP? Livio Suppo: “Spero di no, ma Casey Stoner…”

Dani Pedrosa
Dani Pedrosa (getty images)

Al termine del Gran Premio della MotoGP in Qatar la notizia del possibile ritiro di Dani Pedrosa si è scagliata come un fulmine a ciel sereno, quasi distogliendo l’attenzione dalla vittoria di Valentino Rossi e dal podio tricolore. Ma al momento c’è ancora grande confusione circa lo stato di salute del driver spagnolo e la possibile defezione dal prossimo Gran Premio in Texas fra due settimane.

 

 

Il parere del team manager Repsol Honda

A cercare di chiarire le idee ci prova Livio Suppo, team manager HRC, in un’intervista riportata da Solomoto.es: “E’ senza dubbio un brutto momento per Dani, perché si aspettava che dopo un inverno di riposo il suo braccio migliorasse. Ma dopo questa prima gara abbiamo constatato che si trova nelle stesse condizioni dell’anno scorso”.

Ma due ore dopo aver tagliato il traguardo al sesto posto Dani Pedrosa ha lasciato intendere a chiare lettere che potrebbe prendere la decisione più difficile della sua carriera e che in queste condizioni non è possibile continuare. “Capisco perfettamente il suo stato d’animo – ha proseguito Livio Suppo -. In questo momento non vuole correre in questa situazione e vuole provare a vedere se c’è un’altra opzione. L’anno scorso la sua sindrome compartimentale ha dato molti problemi, ad Austin non è andata molto male, forse dipende dal circuito e dalle circostanze”.

La parola adesso passa ai medici e in particolar modo al dottor Xavier Mir che ha risanato tanti piloti della MotoGP con interventi al limite del possibile, sebbene in precedenza abbia già sconsigliato di intervenire chirurgicamente: “La cosa migliore da fare è rilassarsi e parlare con i medici prima di Austin per vedere qual è la soluzione migliore”, ha aggiunto il team manager della Repsol Honda che per il momento esclude il possibile ritiro dalle corse di Dani Pedrosa: “Non so, ma spero di no. E’ ancora uno dei migliori piloti al mondo, anche con questo problema. L’anno scorso è stato uno dei più forti, mantenendo il secondo posto assoluto per gran parte del campionato e già aveva questo problema”.

Intanto già si rincorrono le voci sul possibile sostituto e in tanti pensano a Casey Stoner, dalla scorsa stagione collaudatore per il team giapponese: “Ha detto molte volte che non sarà mai in MotoGP. E comunque credo che troveremo una soluzione per Dani. Sono ottimista”.