Un messaggio da Top Gear dopo il licenziamento di Jeremy Clarkson

Jeremy Clarkson
Jeremy Clarkson (getty images)

La BBC ha stabilito che non rinnoverà il contratto di Jeremy Clarkson dopo la sfuriata contro un produttore del programma ‘Top Gear‘, ma il noto show televisivo automobilistico andrà avanti e l’emittente inglese è alla ricerca di un degno sostituto.

Dopo lunghi giorni di silenzio sul sito topgear.com è stato pubblicato un comunicato rivolto ai milioni di fan che in queste ore sono ancora sotto shock per la drastica decisione, anche se come abbiamo spesso ripetuto la rissa di alcune settimane fa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, visti i continui richiami al signor Clarkson ripetutisi negli anni.

“Come avrete sentito, il direttore generale della BBC Tony Hall ha espresso il suo verdetto sul caso Clarkson e non rinnoverà il contratto di JC in scadenza fra pochi giorni. Innanzitutto vorremmo ringraziare tutti voi per i vostri commenti e feedback in questo periodo difficile… e ci dispiace che la natura delle indagini non ci abbia concesso di parlarne fino ad oggi. Nessuno di noi ha trovato semplice il mese scorso e sappiamo che alcuni di voi sospettano che significhi la fine di Top Gear. Non è così. La dichiarazione del DG ha confermato che la BBC lavorerà per rinnovare Top Gear TV per il 2016, e, naturalmente, vi daremo tutte le notizie su questo fronte, non appena le avremo”.

Dimenticare il lavoro svolto da Jeremy Clarkson sarà impossibile ma lo spettacolo deve andare avanti: “Questo non significa sottovalutare il contributo incalcolabile di JC per aver reso Top Gear quello che è. Lui è un grande, lascia un vuoto difficile da colmare, e il lavoro più grande sarà quello di cercare di capire come rendere ancora più grande questo show automobilistico… I commenti sono aperti e ci stanno ascoltando”.