F1, Sebastian Vettel risponde a Nico Rosberg: ‘Io al briefing Mercedes? No, grazie’

Sebastian Vettel (Getty Images)
Sebastian Vettel (Getty Images)

 

Una “visita” nel box della Mercedes per assistere al briefing tecnico del rivale Nico Rosberg con i tecnici anglotedeschi in occasione del GP di Malesia? No, grazie. Così Sebastian Vettel ha risposto all’invito (ri)lanciato nei giorni scorsi da Rosberg, chiudendo (almeno per ora) un “siparietto” che andava avanti dal GP d’Australia.

“Era ovviamente un gioco – spiega il ferrarista, come riportano i colleghi di ESPN – , inizialmente sembrava un invito rivolto a tutto il paddock, poi Nico ha chiesto il permesso a Lauda e Wolff e la cosa si è trasformata in una iniziativa pubblicitaria. D’altronde pensate davvero che mi avrebbero aperto il cofano della Mercedes per dare un’occhiata?”. E aggiunge con una punta di veleno: “Forse Rosberg ha voluto solo farsi un po’ di pubblicità con questa storia…”.

“Era lui che voleva venire. L’abbiamo invitato e adesso non viene….”, ha chiosato Rosberg ai microfoni di Sky F1. E a chi pensasse che la sua era solo una provocazione, il pilota dela Mercedes risponde deciso: “No assolutamente!””.

 

L’obiettivo per il GP in Malesia

Il pilota del Cavallino Rampante è tutto preso dall’obiettivo di dimostrare che quanto di buono la SF15-T ha fatto a Melbourne non rappresenta un caso isolato: “Ho già abbastanza lavoro da fare qui”, ammette. “Ma questa macchina costituisce un bel passo avanti rispetto a quella del 2014, che faticava un po’ su tutti i fronti. Mi ha trasmesso buone sensazioni sin dal primo test”.

Certo, il rivale non può essere in alcun modo sottovalutato. “Sappiamo che la Mercedes è davanti – riconosce Vettel – , sono loro chiaramente i favoriti qui”. Ma il team Ferrari “cercherà di confermare il risultato e le impressioni lasciate in Australia”, ovvero di chiudere “più o meno alla stessa posizione, magari un po’ più vicina alla Mercedes e un po’ più lontana dalle Williams”.

“Mi aspetto una sfida serrata tra noi e le Williams – ha concluso Vettel – , e credo anche che il ritorno in prima linea della Red Bull sia solo questione di tempo…”.