MotoGP, Jorge Lorenzo: “Nessun desiderio di vendetta contro Valentino Rossi”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (Getty Images)
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (Getty Images)

Ancora poche ore e il Mondiale di MotoGP 2015 andrà in scena sul circuito di Losail, dove i team sono in fermento per chiarire i primi dubbi e avere un primo giudizio sul lavoro compiuto dai tecnici nei mesi invernali. Movistar Yamaha non ha particolarmente brillato nei test IRTA in Malesia e Qatar, pur mostrando di poter essere sempre ai vertici di classifica. Ma la Honda di Marc Marquez resta la favorita e le nuove Ducati potrebbero dare non pochi fastidi.

 

Il pilota maiorchino mira al titolo iridato

Jorge Lorenzo sembra in forma perfetta e sin dal primo Gran Premio l’obiettivo è ritornare sul gradino più alto del podio, a patto che la YZR-M1 dimostri di essere migliorata dopo l’innesto del nuova cambio full seamless. Nella scorsa stagione il pilota maiorchino ha rimediato una caduta che lo ha costretto al ritiro, un ricordo da archiviare quanto prima, possibilmente con una buona prestazione che consentirebbe di affrontare il campionato con maggior ottimismo.

“Dobbiamo ancora migliorare la moto, sia sul giro secco che sul passo gara – ha sottolineato Jorge Lorenzo in un’intervista riportata da Gpone.com -. Lo scorso anno, all’ inizio, ci sono stati più problemi con il nuovo motore, riduzione del carburante, gomme… Sì, è vero, la moto è molto meglio, ma lo sono anche le altre factory, quindi sarà una bella lotta!”.

Mai come quest’anno il Mondiale di MotoGP si preannuncia entusiasmante dopo l’exploit Ducati che allarga a sei piloti la cerchia dei pretendenti al trono, ma il team Movistar Yamaha ha l’urgenza di spezzare il dominio Honda dopo due stagioni in cui ha padroneggiato Marc Marquez con la sua RC213V. E Jorge Lorenzo ha una grande voglia di riportare a casa quel titolo iridato che manca dal 2012: “Dobbiamo ottenere più punti rispetto agli altri. Questi si ottengono grazie ad una grande moto e tanta concentrazione. Devo essere il più veloce senza sbagliare”.

Nel 2014 Valentino Rossi ha avuto la meglio sul compagno di squadra, ma da parte di Jorge Lorenzo non c’è nessun desiderio di ‘vendetta’, almeno ufficialmente. In fondo il vero avversario da battere è il campione in carica che fino ad oggi ha mostrato di essere quasi impeccabile e invincibile. “Io non sono un pilota perfetto e non lo sarò mai, ma credo di aver fatto un ottimo lavoro nel corso degli anni e ho vinto due mondiali. Ho vinto gare e campionati con Rossi e Stoner, Pedrosa e altri in pista. Certo che anche su di me hanno vinto, è così. E’ come nel calcio, non si può sempre vincere – ha detto il pilota della Yamaha -. Ma non ho alcun desiderio di vendetta con nessuno. Cercherò di battere Marquez, che da quando è arrivato in Motogp sembra imbattibile, ma penso che se troviamo le condizioni giuste, possiamo farcela”.