F1, Lewis Hamilton-Mercedes: accordo triennale da oltre 100 milioni

Lewis Hamilton (Getty Images)
Lewis Hamilton (Getty Images)

Lewis Hamilton e la Mercedes hanno trovato l’accordo per prolungare l’attuale contratto che scade al termine del 2015. Il tabloid d’oltre Manica Daily Mirror rivela che le parti dopo mesi di trattative sono giunte ad un’intesa. Il pilota britannico percepirà complessivamente 90 milioni di sterline (circa 122 milioni di euro) nel triennio 2016-2018.

Si tratta di una cifra monstre che renderà il due volte campione del mondo il secondo pilota più pagato del campionato di Formula1, dietro solamente a Sebastian Vettel (Ferrari) e davanti a Fernando Alonso (McLaren).

Lewis Hamilton di recente aveva fatto intendere che la fumata bianca stava per arrivare e proprio in questi giorni ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: “Ne stanno discutendo i nostri avvocati e mi auguro che sia tutto risolto prima del fine settimana. Se così non sarà, il rinnovo sarà discusso a tempo debito”. In Inghilterra sono sicuri che l’accordo è stato raggiunto e che a breve ci sarà l’annuncio ufficiale.

Il proseguimento del matrimonio tra il driver britannico e la Mercedes era dato per scontato. Vi era infatti la volontà comune di proseguire insieme visto che il binomio è risultato essere vincente nel 2014. Lewis Hamilton, consapevole di trovarsi nella migliore scuderia presente ora nel paddock, ha rispettato il patto stipulato con il team principal Toto Wolff e non ha preso alcun contatto con altri team. Secondo alcune indiscrezioni la Ferrari si era fatta avanti nel tentativo di comporre con lui e Sebastian Vettel un dream team per puntare al titolo iridato dal 2016. Ma questo sogno rimarrà nel cassetto per la squadra di Maranello.

La Mercedes avrebbe voluto far sottoscrivere al pilota un contratto di 5 anni e proprio su questo tema le parti si erano scontrate riuscendo però poi ad accordarsi per un triennale (2 + 1 di opzione). Nel week-end del Gran Premio di Malesia a Sepang è atteso l’annuncio.