Nicolas Hamilton, fratello disabile di Lewis, disputerà 5 gare della BTCC

Nicolas Hamilton
foto Facebook

Nicolas Hamilton, il fratello del campione mondiale di Formula 1 Lewis Hamilton, parteciperà a cinque gare del campionato turistico britannico (BTCC) nel 2015 al volante di una Audi S3 NGTC della AmD Tuning. Il fratello 22enne di Lewis Hamilton è affetto da una paralisi cerebrale infantile e sarà il primo pilota disabile a partecipare al campionato, con il debutto previsto nell’ultimo fine settimana del mese di giugno: per Nicolas non si tratta di debutto assoluto, dal momento che pochi anni fa ha gareggiato nella Renault Clio Cup, serie di supporto al BTCC.

“Sono incredibilmente eccitato all’idea di correre in BTCC con AMD Tuning quest’anno. BTCC è il top della serie nazionale motorsport qui nel Regno Unito e avere l’opportunità di correre a questo livello è la più grande sfida che abbia mai preso nella mia carriera fino ad oggi “, ha detto Nicolas Hamilton sul sito ufficiale del team. “Vengo in questo campionato con molto da imparare e le mie aspettative sono di crescere come pilota e spingere altri piloti a lottare per i propri obiettivi personali, qualunque sia la loro situazione di vita.

Shaun Hollamby, Team Principal AMD ha aggiunto: “Siamo lieti di annunciare che Nicolas si è unito al team AMD Tuning. BTCC è una serie altamente competitiva e abbiamo sviluppato un apposito programma per Nicolas nel 2015 per assicurarsi di entrare nel campionato con un certo livello di preparazione. Abbiamo un certo numero di sessioni di test nel corso dei prossimi mesi, che permetterà a Nicolas di prendere confidenza con la vettura. Avendo osservato Nicolas quando correva nella Renault Clio Cup e l’ETCC, sappiamo che è un concorrente molto veloce e non vediamo l’ora di lavorare con lui in questa stagione”.

Nicolas Hamilton ha trascorso ben cinque anni su una sedia a rotelle e se è arrivato al BTCC non è certo merito di suo fratello Lewis, o forse solo in minima parte, nè tantomeno si tratta di una questione monetaria o di sponsor. Nonostante il grave problema di salute non si è mai rassegnato ed ora più che mai ha voglia di lottare anche dal punto di vista sportivo: “Sarò in grado di far fronte a tutti i migliori piloti del Regno Unito. “