MotoGP Qatar, Marc Marquez: “Sarà un week-end di gara molto interessante”

Marc Marquez a Losail
Marc Marquez (getty images)

Il Motomondiale 2015 prende il via con il primo Gran Premio del Qatar, dove si sono tenuti gli ultimi test invernali di MotoGP. Marc Marquez sembra essere ancora il favorito per la vittoria, ma di certo sarà una gara attesissima ed emozionante, con almeno sei piloti che si contenderanno il gradino più alto del podio.

Gli ingegneri Honda Racing Corporation hanno lavorato sodo tutto l’inverno per migliorare ulteriormente la RC213V e soddisfare le richieste del campione iridato in carica, che ha chiesto un motore meno ‘prepotente’ e un miglior feeling con la gomma anteriore. Nella scorsa stagione Marc ha vinto la gara in notturna a Losail iniziando la scia record di dieci vittorie consecutive.

“Non vedo l’ora di cominciare la nuova stagione! E’ stato un lungo inverno e infine il test è stato interrotto in Qatar la settimana scorsa a causa della pioggia, evento molto strano, ma sono fiducioso di iniziare questa prima gara – ha dichiarato il pilota di Cervera -. Questo circuito non è tra i miei preferiti, ma è comunque divertente da guidare e segna l’inizio del campionato. Vediamo come sono le condizioni, dopo tutta la pioggia della scorsa settimana. Come al solito ci vorranno un paio di giri di diverse classi sul tracciato per cancellare la linea di corsa e poi vedremo a che punto è il livello di grip, ci sono un sacco di piloti veloci, come abbiamo visto durante i test, quindi – ha aggiunto Marc Marquez – questo primo weekend di gara sarà di certo interessante”.

Dani Pedrosa si è detto soddisfatto per i miglioramenti compiuti dalla Honda sulla moto 2015: “Da Valencia la moto è migliorata molto, quindi ringrazio HRC per tutto il loro lavoro e anche la mia squadra, dove abbiamo alcuni nuovi membri, hanno anche lavorato insieme di più e noi abbiamo un buon ritmo di lavoro – ha spiegato il pilota spagnolo -. Questo primo fine settimana di gara è sempre un po’ difficile per ottenere nuovamente il ritmo e inoltre è stato allungato in quattro giorni. Tuttavia ora siamo pronti per scendere in pista – ha concluso Pedrosa – e mettere alla prova tutto il nostro duro lavoro”.