Superbike Thailandia, Chaz Davies: “Week-end difficile”. Troy Bayliss: “Non siamo messi male”

Chaz davies
Chaz Davies (getty images)

La tappa in Thailandia di Superbike inizia in maniera soddisfacente per l’Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team e per i piloti Chaz Davies e Troy Bayliss che, nella Superpole di oggi al Chang International Circuit, si qualificano rispettivamente in sesta e settima posizione in vista della due gare di domani (20 giri ciascuna).

Chaz Davies ha chiuso con il crono di 1’34.084 pur lamentando qualche problema all’anteriore della sua Ducati: “Non si sta rivelando un weekend facile per noi ma non molliamo. Ieri mi mancava il giusto feeling con l’anteriore, oggi abbiamo fatto qualche cambiamento nella giusta direzione ma ho ancora qualche problema in questa zona. E’ difficile essere costanti, l’anteriore è ancora un po’ nervoso e ci vuole poco, solo un piccolo errore, per perdere qualche decimo prezioso. Continueremo a lavorare anche domattina nel warm-up – ha aggiunto il pilota britannico -. Abbiamo qualche idea e spero di trovare una soluzione. Farò del mio meglio, anche perché come sappiamo tutti, in gara può succedere di tutto…”.

Non finisce mai di sorprendere il veterano della Superbike Troy Bayliss che con il tempo di 1’34″334 partirà dalla terza fila: “Sono abbastanza contento. Alla fine in griglia siamo posizionati più o meno dove mi aspettavo di essere, anche se avrei voluto fare un po’ meglio nelle prove libere di oggi pomeriggio. Per quanto riguarda il passo di gara non siamo messi male – ha dichiarato il pilota australiano -, ma saranno due gare difficili quelle di domani. Forse ci manca ancora un po’ di accelerazione, ma abbiamo sicuramente lavorato nella giusta direzione. Vedremo se riusciremo a trovare qualcosina in più domattina nel warm-up, dopo di che, spero di ottenere due buoni risultati”.