Test Jerez, Moto2: la pioggia rallenta il lavoro di Simone Corsi e Lorenzo Baldassarri

Simone Corsi
Simone Corsi (foto Facebook)

La pioggia ha fortemente condizionato la tre giorni di test IRTA a Jerez de la Frontera e il team Forward Racing ha dovuto rallentare i “lavori in corso” in vista dell’inizio del Mondiale Moto2 2015 che prenderà il via giovedì 26 marzo sul circuito di Losail in Qatar. Simone Corsi e Lorenzo Baldassarri hanno preferito non azzardare troppo sulla pista bagnata e concentrarsi sul ritorno in pista fra una settimana.

“Purtroppo il meteo ha pesantemente condizionato la tre giorni di test. Non ho voluto rischiare sulla pista bagnata e ho completato pochi giri – ha dichiarato Simone Corsi al termine della tre giorni di test ufficiali . E’ un peccato perché l’obiettivo era trovare una buona messa a punto anche in vista dell’inizio di stagione, ma la pioggia mi ha costretto ai box. Sono carico e fiducioso in vista del Qatar. Dopo tanti mesi di stop, mi manca l’adrenalina da gara. Non vedo l’ora di tornare in pista”.

Lorenzo Baldassarri ha cercato di mettere a segno il giusto assetto da bagnato sebbene la pioggia abbia complicato la tabella di marcia: “In questa pre season il meteo non è stato dalla nostra e in tutti e tre i test non abbiamo mai potuto girare per tre giorni consecutivi. Sia a Valencia sia a Jerez la pioggia ha condizionato la maggior parte delle sessioni – ha sottolineato il pilota marchigiano – ed è stato difficile portare avanti il nostro programma. In queste tre giornate mi sono concentrato sulla messa a punto del setting da bagnato. Il feeling è positivo anche in queste condizioni, ma devo migliorare sul posteriore. La gara in Qatar ormai è alle porte – ha concluso Lorenzo Baldassarri -: sono ansioso di esordire in gara in sella a questa moto”.