Test Jerez, Moto2, Franco Morbidelli: “Chi ha lavorato bene in Qatar sarà veloce”

foto Facebook
foto Facebook

Il team Italtrans Racing di Luigi Pansera chiude i test di Jerez de la Frontera con ottimismo, sebbene la pioggia abbia seriamente ostacolato il programma di lavoro della squadra nei tre giorni di prove ufficiali, ad una settimana dall’inizio del Mondiale 2015 di Moto2 in Qatar. Nella classifica combinata dei test Mika Kallio ha chiuso in decima posizione, seguito dal compagno di squadra Franco Morbidelli in 11esima piazza.

“Durante l’inverno, ovunque si sia andati, il tempo è stato tremendo. Praticamente, siamo sempre usciti in pista con gomme da pioggia – ha detto il pilota finlandese del team Italtrans Racing in una nota ufficiale -. Problema che ha afflitto tutti, ma noi in particolare: nuova moto, nuovo team, nuove persone, avremmo avuto bisogno di lavorare molto di più con le slick. Abbiamo dovuto modificare il set-up parecchio, rispetto allo scorso anno: la nuova moto ha necessità differenti. Dopo tre giorni di lavoro, nonostante il maltempo sono più soddisfatto. Abbiamo trovato la direzione giusta (fondamentalmente, il bilanciamento pesi adesso è diverso) e mi sento maggiormente a mio agio”.

Il pilota romano classe 1994 Franco Morbidelli ha preso un pizzico di confidenza in più con la sua Kalex, ma servirà ancora del lavoro per ottenere il massimo del potenziale: “Tanta pioggia e pochi chilometri effettivi. Però, se il lavoro è stato poco, è stato invece fatto bene: siamo riusciti comunque ad affinare un po’ il set-up, ed abbiamo capito almeno in parte la Kalex 2015. Non sappiamo a che punto siamo veramente, viste le condizioni: lo scopriremo in Qatar. Ci saranno sorprese, a Losail, considerando che nessuno, probabilmente, ha completato i programmi? Non credo – ha concluso Franco Morbidelli -. Chi ha lavorato bene sarà comunque veloce”.