Romano Albesiano: “Aprilia in Superbike ha certezze, in MotoGP manca esperienza”

Romano Albesiano (getty images)
Romano Albesiano (getty images)

L’Aprilia quest’anno è impegnata sue due fronti nel Motomondiale: la Superbike e la MotoGP. Ma se nella prima la derivata di serie di Noale dimostra di essere competitiva (Leon Haslam ha conquistato una vittoria e un 2° posto del GP di apertura in Australia), nella seconda arranca e il distacco dalla vetta è enorme.

Va detto che l’Aprilia ha deciso di tornare nella classe regina con un anno di anticipo rispetto a quelli che erano i programmi iniziali e al momento questa scelta sembra non stia pagando. Negli ultimi test in Qatar, sulla pista di Losail dove prenderà via il Mondiale 2015, Alvaro Bautista ha pagato oltre 2 secondi dal leader Andrea Doviziono. Marco Melandri oltre 3, confermando che restare in Sbk per lui sarebbe stato meglio.

L’ingegnere Romano Albesiano, Responsabile del settore corse Piaggio, in un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport ha commentato la situazione del team facendo un bilancio del pre-campionato: “In Malesia con Alvaro Bautista avevamo ottenuto prestazioni più che soddisfacenti (1″7 di ritardo dalla Honda di Marc Marquez, ndr) qui in Qatar c’è stato un passo indietro che non aspettavamo. Abbiamo fatto girare Bautista con assetti non azzeccati. Non abbiamo esperienza in MotoGP ed è comprensibile che qualche volta imbocchiamo la strada sbagliata”.

La gara di apertura della stagione si avvicina e l’Aprilia schiererà un mix delle due diverse versioni della RS-GP che sono state portate in Malesia e Romano Albesiano spiega gli obiettivi della squadra: “La priorità è stata consolidare l’affidabilità del V4 con distribuzione pneumatica, non è un lavoro semplice ma col tempo diventerà un nostro patrimonio. Vogliamo rendere più ‘robusta’ la prestazione, cioè trovare assetti meno sensibili al mutare delle caratteristiche dei tracciati e delle condizioni”.

Se in MotoGP la situazione è molto difficile, in Superbike le cose vanno decisamente meglio e per il GP che si correrà sul circuito thailandese inedito di Buriram ci si aspetta una buona prestazione da parte delle Aprilia: “La pista nuova non ci spaventa, in Superbike abbiamo certezze tecniche consolidate (è la settima stagione, ndr) e siamo sicuri che Haslam e la sorpresa Jordi Torres saranno protagonisti anche in Thailandia”.