Antitrust: i distributori di benzina possono restare aperti 24 ore su 24

distributori di benzina
(foto dal web)

L’Antitrust ha stabilito che i distributori di benzina stradali possono restare aperti 24 ore su 24 senza alcun obbligo legato agli orari di apertura e di chiusura. Ciò costringerà Regioni e Comuni ad adeguare le proprie normative su questa tematica delicata.

L’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato, presieduta da Giovanni Pitruzzella, sostiene che esistano già in vigore norme statali che “assicurano la disponibilità del prodotto – ancorché nella modalità self-service – praticamente presso tutti gli impianti di distribuzione carburanti esistenti sulla rete stradale nazionale, in qualunque ora del giorno e della notte e in ogni giorno dell’anno, feriale e festivo”. Le limitazioni di orario rappresentano, perciò, “una restrizione severa all’offerta di servizi”. Sta ora agli enti locali adeguarsi.

L’Agcom è intervenuta dopo la segnalazione ricevuta dal Gruppo Impianti Stradali Carburanti Treviso, che si era lamentata per i vincoli in materia di orari e turni di apertura degli impianti contenuti nella delibera della Giunta Regionale del Veneto n. 977 del 2005. L’auspicio è che ora le leggi regionali e comunali vengano riviste per impedire che vi siano limitazioni di orario per i distributori di benzina, dato che tale misure sono considerate restrittive e discriminatorie. L’Antitrust ritiene infatti che “non appare più ammissibile giustificare una qualunque prescrizione in materia adducendo come motivazione la tutela del semplice interesse pubblico a che sia garantita la possibilità di fare rifornimento per la generalità dei consumatori”.