Formula 1, Felipe Massa: “Che delusione essere sorpassato da Vettel”

Felipe Massa
Felipe Massa (getty images)

Nelle qualifiche del Gran Premio d’Australia Felipe Massa era riuscito a piazzarsi davanti alla Ferrari di Sebastian Vettel, ma in gara la musica è cambiata a favore del team italiano e di Sebastian Vettel che ha approfittato del pit-stop del brasilaino per mettersi davanti e non mollare più il terzo posto.

La prima gara stagionale ha dimostrato che la Ferrari può essere la vera antagonista delle Mercedes, anche se a rovinare in parte la giornata ha contribuito il ko di Kimi Raikkonen dovuto ad un dado spanato. E in casa Williams adesso è tempo di correre ai ripari e migliorare la FW37 per cercare di annullare il gap dalle Rosse di Maranello, come confessato dal capotecnico Pat Symonds: “La Ferrari ci ha superato in termini di competitività in gara, abbiamo un bel lavoro da fare per tornare sul podio”.

L’ex ferrarista Felipe Massa cerca di guardare il bicchiere mezzo pieno e si dice fiducioso in vista del prossimo Gran Premio della Malesia in programma fra due settimane: “L’obiettivo di oggi era iniziare la stagione con un buon bottino di punti e dimostrare che abbiamo una macchina competitiva. Siamo riusciti a ottenere molto di quello che volevamo, quindi questo è stato un inizio positivo. L’unica parte deludente della gara è stato essere saltato al primo pit-stop da Vettel dopo aver perso un secondo e mezzo dietro Ricciardo nel mio giro di uscita, abbastanza per perdere la posizione. Ho fiducia nella squadra e la macchina – ha concluso il pilota brasiliano – e ci dirigiamo verso la Malesia sapendo che siamo in lotta”.

In casa Williams, a peggiorare la situazione, ha contribuito anche il forfait di Valtteri Bottas colpito da dolore alla schiena. Il pilota finlandese fino all’ultimo ha cercato di recuperare la condizione ottimale, ma i medici hanno sconsigliato di scendere in pista ed ora ha due settimane a disposizione per ritornare in perfetta forma.
Ho provato a fare un sacco di lavoro per recuperare in tempo, in quanto il problema con la mia schiena è venuto fuori in qualifica, ho iniziato immediatamente il trattamento terapeutico, ma la notizia che non potevo correre oggi è stata ovviamente deludente, ma rispetto la decisione dei medici. Ora ho due settimane fino alla prossima gara di ricevere un ulteriore trattamento per garantire di ritornare in piena forma e ancora più forte in Malesia – ha detto Bottas -. Sono molto impaziente di tornare in macchina e in gara perché la FW37 è alla ricerca di competitività e sono fiducioso di poter lottare per il podio”.