MotoGP, Wilco Zeelenberg: “Jorge Lorenzo e Valentino Rossi sono molto più vicini”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (Getty Images)
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (Getty Images)

 

Dopo una stagione per molti versi deludente, Jorge Lorenzo ha approfittato della pausa invernale per tornare in gran forma “riposandosi, allenandosi e anche divertendosi”. Così, “a Sepang 1 la moto è migliorata e non abbiamo avuto i problemi dello scorso anno con le gomme…”. Insomma, “la Yamaha ha fatto un passo avanti e credo che l’esito dei due test in Malesia sia stato molto positivo per Jorge”. A dichiararlo è Wilco Zeelenberg, team manager di Jorge Lorenzo nel Movistar Yamaha, in un’intervista rilasciata ai colleghi di Crash.net al termine della seconda sessione di test della MotoGP a Sepang.

 

Il bilancio dei test di Sepang

L’olandese segue quotidianamente il maiorchino dal 2010: insieme hanno celebrato 28 vittorie, due titoli mondiali e, dopo il disastroso inizio del campionato 2014, una straordinaria rimonta nella seconda metà della scorsa stagione. C’è dunque da credergli quando afferma che Lorenzo “ha dato il massimo ed è pronto per la sfida del Qatar”. Il “pacchetto” è migliorato e questa – sottolinea Zeelenberg – è una buona notizia.

Di più: lo spagnolo e Valentino Rossi “sono molto più vicini rispetto a un anno fa”. Lorenzo infatti “se la cava molto meglio con la gomma posteriore” e questo “lo aiuta in curva e nel controllo della moto”. “Anche sotto il profilo della costanza è migliorato – aggiunge – . Può ottenere gli stessi tempi per cinque-sei giri”, e “questo è in genere un suo punto di forza”. Una delle sue doti principali, infatti, è quella di “sapersi concentrare ed essere molto preciso”. “Magari non è subito più veloce degli altri – puntualizza – , ma dopo un paio di giri può fare la differenza”.

Quanto al Campione di Tavullia, “la prima impressione è che sia in forma e motivato a giocare d’attacco”. Entrambi i piloti secondo Zeelenberg “offrono un bello spettacolo”. Ma “le condizioni di questi test sono un po’ particolari, per via delle alte temperature… Vale non è un pilota disposto a correre grossi rischi al momento sbagliato…. La corsa che conta è quella in Quatar, e sappiamo che lui è sempre più importante in gara che nelle prove. Vale sta correndo molto bene, è concentrato e vuole ancora migliorare. Questo è importante”.

L’attenzione si sposta poi sulla sfida che attende il maiorchino con la Honda del campione in carica, Marc Marquez. Le prime gare saranno fondamentali per frenare l’avanzata del Fenomeno di Cervera? “Sicuramente sì – risponde Zeelenberg – e siamo intenzionati a partire con il piede giusto, senza commettere errori. Ma sarà una stagione molto lunga. Dobbiamo essere forti su tutti i fronti, in tutte le circostanze, per affrontare un campionato che si annuncia particolarmente intenso e difficile… La priorità assoluta è dimostrarsi sempre all’altezza della situazione e battere Marquez ogni volta che ne abbiamo la possibilità”.

Le premesse per uno spettacolo da non perdere ci sono tutte…