F1, Luca Cordero di Montezemolo: “Fernando Alonso come Michael Schumacher”

Fernando Alonso e Luca Cordero di Montezemolo (Getty Images)
Fernando Alonso e Luca Cordero di Montezemolo (Getty Images)

E’ risaputo che il rapporto tra Luca Cordero di Montezemolo e Fernando Alonso è sempre stato ottimo. Fu proprio l’ex presidente della Ferrari a volere lo spagnolo in rosso e il suo addio alla presidenza è stato tra i motivi che hanno spinto il pilota a divorziare dalla scuderia di Maranello per approdare nuovamente in McLaren.

L’avventura del nativo di Oviedo a Woking non è cominciata bene a causa dell’ormai famoso incidente che lo ha visto protagonista il 22 febbraio nel corso dei test di Barcellona. Un episodio sul quale non è stata fatta ancora chiarezza in merito alla dinamica e alle cause.

 

Luca Cordero di Montezemolo elogia Fernando Alonso

L’attuale presidente di Alitalia è stato ospite a Porta a Porta da Bruno Vespa ed ha parlato anche di quanto avvenuto a Fernando Alonso: “Non è mai successa una cosa così strana e misteriosa in Formula1 di recente. Auspico che dall’inchiesta della Federazione venga fuori qualcosa. Oppure da una comunicazione da parte della McLaren, quando avrà tutti gli elementi per farlo”.

Chiede ovviamente chiarezza, perché gli risulta evidente che l’efficienza fisica del driver non è in discussione e che semmai è avvenuto qualcosa a livello neurologico: “Qui la verità è una: è avvenuto un incidente in cui non sono certe la forza o la dimensione dell’urto che hanno provocato un eventuale problema al pilota. La McLaren deve dirlo con chiarezza e la FIA deve andare fino in fondo. Le scariche elettriche fino a 2-3 anni fa non si ipotizzavano, perché le monoposto erano completamente diverse. Ma ora le vetture sono fatte in un altro modo”.

Luca Cordero di Montezemolo si concede una battuta in merito alla notizia inerente alla perdita di memoria da parte dell’asturiano in seguito all’incidente: “Se Fernando si è dimenticato dell’ultimo anno con la Ferrari è meglio per lui, l’avrei rimosso volentieri dalla memoria anche io”. Ma Poi torna serio: “Conoscendolo, sono convinto che sarà in piena forma in Malesia. So che si sta preparando a Dubai. Lui è uno molto forte caratterialmente, molto attento alla preparazione fisica come lo era anche Schumacher”. Non manca dunque il paragone con un grande come Michael Schumacher, che purtroppo sappiamo come è ridotto attualmente dopo il tragico incidente sugli sci in Francia.

E gli elogi per Fernando Alonso non finiscono: “E’ secondo me il pilota che oggi in F1 è il più forte come interpretazione della gara, come capacità di fare 60-70 giri in un certo modo. Inoltre ha dimostrato anche con macchine non sempre super competitive di avere la capacità di essere un combattente fino all’ultimo giro. Un campione che insieme a Lauda e a Schumacher ha rappresentato per quanto mi riguarda il più forte pilota in gara”. Secondo Luca Cordero di Montezemolo lo spagnolo è dunque nella élite dei migliori di sempre, anche se ha sostanzialmente nominato coloro che con lui hanno vinto in Ferrari. Ma certamente parliamo di fuoriclasse in tutti e tre i casi, anche se la Formula1 ha avuto anche altri grandi piloti.