F1, Nico Rosberg avverte Lewis Hamilton: “Voglio la rivincita, stavolta trionferò io”

Nico Rosberg (Getty Images)
Nico Rosberg (Getty Images)

Il week-end del Gran Premio d’Australia, gara inaugurale del Mondiale 2015 di Formula1, si avvicina e tra i protagonisti più attesi c’è sicuramente Nico Rosberg. Dopo il secondo posto dello scorso campionato, è intenzionato a dare del filo da torcere al compagno di box e campione del mondo Lewis Hamilton.

Cominciare l’anno nuovo vincendo sarebbe per il tedesco un primo passo per ribadire la propria volontà di lottare per il titolo e per cercare dimostrare che i suoi risultati del 2014 non furono solo merito della monoposto ma anche delle sue abilità da pilota, a volte messe in discussione.

 

Nico Rosberg vuole battere Lewis Hamilton

Il figlio di Keke Rosberg, campione del mondo nel 1981, ha rilasciato un’intervista al sito ufficiale della Mercedes nella quale ha descritto il 2014 come un anno stupendo per tutto il team e che c’è la volontà in tutti quanti di ripetersi spinegendo ancora più forte: «Vedere tutti al lavoro in fabbrica per me è un grande stimolo. Questo sarà il sesto anno in squadra, ogni stagione diventiamo più forti. È splendido lavorare con persone che condividono con me passione e dedizione. Ora tocca a noi piloti ripagare gli sforzi di questi ragazzi, sono pronto a fare tutto per renderli orgogliosi».

L’obiettivo dichiarato di Nico Rosberg è quello di battere Lewis Hamilton e vincere il titolo iridato: «Mi sono impegnato per andare ancora più forte per la rivincita con Lewis. Alla fine, si tratta di disputare un’ottima annata e devo essere sicuro che stavolta il risultato sia diverso. So quale sensazione si prova quando si vince una gara e voglio provarla ancora tante volte. Ma so anche come ci si sente quando non si è campioni alla fine e non intendo ripetere quest’esperienza. È una straordinaria motivazione, mi dà una spinta ulteriore per il 2015».

Il tedesco lancia dunque un avvertimento al compagno di team in merito alla lotta per il titolo. La scorsa stagione ha avuto modo per la prima volta in carriera di contenderselo e ora vuole cercare assolutamente di aggiudicarselo. Il 2014 certamente gli sarà servito per crescere sotto vari punti di vista e presentarsi all’appuntamento del 2015 in uno stato fisico-mentale migliore. Vedremo a Melbourne cosa ci dirà la pista.