MotoGP, vice-presidente Movistar Yamaha: “In Qatar punteremo alla vittoria”

Yamaha YZR-M1 2015
La Yamaha YZR-M1 2015 ai box di Sepang (getty images)

Nei test Sepang 2 il team Movistar Yamaha MotoGP ha montato per la prima volta il nuovo cambio full seamless che, secondo i tecnici di Iwata, dovrebbe far recuperare due decimi a Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Sul circuito malesiano la Honda RC213V di Marc Marquez è risultata essere ancora una volta la più veloce e pare che il cambio non sia in gradi di poter fare miracoli.

Ma in casa Movistar Yamaha regna grande fiducia e nel prossimo week-end si terranno gli ultimi test ufficiali in Qatar, che potrebbero chiarire le idee sui reali equilibri in pista.

In una conferenza stampa tenuta in Giappone il team Movistar Yamaha ha annunciato ufficialmente l’introduzione del cambio seamless anche in scalata sulla YZR-M1 che si appresta ad affrontare il Mondiale 2015 di MotoGP.

“Nel secondo test di Sepang, abbiamo potuto verificare il rendimento del nostro cambio seamless”, ha dichiarato Takaaki Kimura, Vice-Presidente di Yamaha Motor Co. Ltd. “Stiamo continuando a sviluppare il telaio e l’elettronica per sfruttare al massimo il nostro potenziale. Continueremo a lavorare sul set-up nel prossimo test in Qatar, per puntare alla vittoria nella gara inaugurale della stagione a fine mese”.

L’aggiornamento apportato sulla Yamaha ufficiale sarà ulteriormente perfezionato a Losail dal 14 al 16 marzo per poi esordire in gara due settimane dopo, quando in Qatar si terrà il primo Gran Premio stagionale. Sul ritmo gara sapremo se davvero la Yamaha è riuscita a recuperare i tanto attesi due decimi, ma possiamo essere sicuri che la Repsol Honda non resterà a guardare…