F1, Fernando Alonso: “In Malesia ci sarò”. Intanto spunta un video della Ferrari sull’incidente

Fernando Alonso (Getty Images)
Fernando Alonso (Getty Images)

Fernando Alonso e il suo incidente del 22 febbraio sul circuito di Barcellona continuano a tenere banco per quanto riguarda le discussioni nell’ambiente della Formula1. In questi giorni sono emersi diversi retroscena, la cui veridicità non è certa. E ora La Gazzetta dello Sport ne svela un altro interessante.

Si tratta della presenza di un video girato dalla camera car della Ferrari di Sebastian Vettel che si trovava a breve distanza dalla McLaren di Fernando Alonso e che ha dunque avuto modo di osservare la dinamica dell’incidente.

 

L’incidente di Fernando Alonso filmato dalla Ferrari

Il filmato metterebbe in evidenza il fatto che lo spagnolo ha impostato la lunga curva a destra e poi invece di mantenere la propria velocità, allargando all’esterno verso il cordolo, ha rallentato improvvisamente e da centro strada si sposta verso destra, in direzione del muretto, senza reagire e facendo intuire che la sua monoposto fosse fuori controllo poiché lui aveva perso i sensi già prima dell’impatto e non successivamente.

Se tutto ciò venisse confermato ufficialmente, la versione fornita dalla McLaren verrebbe smentita e spazzata via dall’evidenza dei fatti. Il vento e la perdita di aderenza sull’erba sintetica non sarebbero più motivazioni credibili per spiegare l’accaduto. Starà alla FIA acquisire quelle immagini e valutarle, così come dovrà analizzare quelle delle telecamere a circuito chiuso del Montmelò.

Sta perdendo invece consistenza l’ipotesi della scossa elettrica a favore di quella del malore naturale di Fernando Alonso. Sempre La Gazzetta dello Sport spiega che le monoposto di Formula1 sono in possesso di circuiti elettrici da 700-800 volt dotati anche di una serie di sistemi di protezione contro le avarie elettriche, che difficilmente potrebbero fallire. E se una protezione va in tilt, ne scatta subito un’altra.

 

Fernando Alonso ci sarà a Sepang

Intanto il pilota spagnolo tramite il proprio profilo ufficiale presente su Twitter fa un annuncio importante che tranquillizzerà tanti suoi tifosi: “Continuo a lavorare bene… 30 minuti di bicicletta, 30 di nuoto, 30 in palestra. Il Gp di Malesia è una delle gare più impegnative, saremo al 100%”.

Nel Gran Premio di Sepang Fernando Alonso vuole esserci per riprendere il volante della sua McLaren Honda e cominciare il cammino che dovrà riportare lui e la scuderia di Woking a vincere nel più breve tempo possibile. Il 2015 sarà probabilmente un anno di transizione, ma il progetto prevede di tornare ai piani alti in fretta ed è per questo motivo che il driver di Oviedo ha lasciato la Ferrari dopo 5 anni per fare ritorno nel team con il quale si lasciò male al termine della stagione 2007, quella della travagliata convivenza con l’allora esordiente Lewis Hamilton.