SBK: Troy Bayliss correrà anche i prossimi 3 round del mondiale

Troy Bayliss (Getty Images)
Troy Bayliss (Getty Images)

 

L’indiscrezione circolava da ormai diversi giorni, ma ora è arrivata la conferma ufficiale: come molti auspicavano, Troy Bayliss rimarrà in sella alla Ducati Panigale SBK anche per i prossimi tre round del campionato mondiale in programma in Thailandia (22 marz0), Spagna (12 aprile) e Olanda (19 aprile).

Le prove e le due manche del round australiano non sono state prive di difficoltà per il leggendario #21, ma la Casa di Borgo Panigale ha deciso di confermarlo come sostituto dell’infortunato Davide Giugliano fino al termine della sua convalescenza.

 

La notizia che tutti aspettavano

Bayliss correrà dunque sui circuiti di Buriram, Aragon e Assen – dopo di che il pilota romano dovrebbe riprendere il suo posto di “titolare”.  Ma non è escluso che nei restanti 9 GP l’australiano possa compiere altre uscite da wild card, magari nelle tappe italiane di Imola (10 maggio) e Misano (22 giugno). E se i risultati fossero oltre le attese, la Ducati potrebbe anche decidere di schierare una terza Panigale per il resto della stagione.

Per Bayliss, 46 anni il prossimo 30 marzo e tre titoli iridati in SBK alle spalle, si profila dunque l’opportunità, a sei anni dal ritiro dalle gare, di un effettivo ritorno all’attività sportiva programmata che porterà oltre i confini dell’Australia per misurarsi ancora con i migliori piloti della categoria (alcuni dei quali, vale la pena di sottolinearlo, potrebbero essere suoi figli…).

La notizia del ritorno alla competizione del grande pilota australiano ha un risvolto anche “mediatico”: dopo la conferma arrivata dalla Ducati, sono infatti cominciate a circolare le voci di un imminente rientro anche per Max Biaggi con una wild card. E chissà che non possa realizzarsi il sogno proibito di tutti gli appassionati della SBK: una sfida a colpi di gas tra i due decani della disciplina…