WRC, arriva il Rally del Messico: tutti all’inseguimento di Sebastien Ogier

WRC (Getty Images)
(Getty Images)

Il World Rally Championship (WRC) dal 5 all’8 marzo fa tappa in Messico nello Stato di Guanajuato. Il percorso misura 395 chilometri cronometrati e comprende 24 prove speciali.

Sebastien Ogier su Volkswagen Polo R arriva a questo appuntamento da primo in classifica dopo essersi aggiudicato le prime due prove del Mondiale: il Rally di Montecarlo ed il Rally di Svezia.

Il pilota francese ha vinto le ultime due edizioni consecutive disputate in Messico ed è molto motivato a fare il tris per ribadire la sua leadership nel campionato WRC e far capire ai suoi avversari che sarà difficile levargli il titolo anche quest’anno dopo averlo conquistato sia nel 2013 che nel 2014.

 

WRC: le dichiarazioni di Ogier, Latvala e Mikkelsen

Queste le dichiarazioni su suo sito ufficiale di colui che è indicato come l’erede di Sebastien Loeb e che lo sta sostituendo come punto di riferimento del WRC: “Ho vinto i primi due rally della stagione, e questo è molto rassicurante per me. Non sono io ad avere pressioni, ma chi è dietro di me in classifica. Come pilota, la tua fiducia aumenta quando vinci una battaglia così serrata come quella con Andreas Mikkelsen e Thierry Neuville in Svezia. Gli ultimi due rally in Messico hanno mostrato il mio feeling con le strade messicane. E negli ultimi anni la nostra Volkswagen Polo R Wrc ha sempre fatto fronte benissimo all’aria rarefatta e l’alta quota del Messico. Possiamo solo aspettare e vedere se il clima sarà così anche nel 2015 e se la potenza del nostro motore potrà compensare la nostra posizione di partenza”.

E’ un Sebastien Ogier molto convinto dei propri mezzi, ma c’è chi promette di dargli battaglia. Tra questi Jari-Matti Latvala, che con la stessa vettura avrebbe dovuto rappresentare il principale antagonista del campione del mondo. Ma dopo il buon secondo posto a Monaco, si è ritirato in Svezia sprofondando a 34 punti dalla vetta. Al sito Crash.net ha dichiarato: “Non vedo l’ora che arrivi il Rally in Messico, anche perché ho qualcosa da farmi perdonare. Essendo 4° in campionato ho una buona posizione di partenza e può essere decisiva. Il mio obiettivo è quello di colmare il divario da da Thierry Neuville, Andreas e Sebastien. Ho perso punti in Svezia, ma fa parte di questo sport. Devo guardare avanti e so che non posso permettermi altri errori”.

Andreas Mikkelsen è 3° nela classifica generale del WRC e guida sempre la Volkswagen Polo R. Il norvegese ha qualche rimpianto per non aver sfruttato la chance di vincere in Svezia ed aver chiuso al terzo gradito del podio, ma è pronto a lanciare la sfida ai suoi avversari in Messico e lo ha esplicitato nella sua ultima intervista a Crash.net: “In questo momento c’è un sacco di gente che sta parlando di come ho mancato il successo al Rally di Svezia. Onestamente però, non ci penso più da tempo; sicuramente è stata una grossa delusione per me perché avevo le mani sulla mia prima vittoria. Ma preferisco prendere gli elementi positivi e ora vado in Messico molto fiducioso: al momento me la sto giocando con Seb e Jari-Matti e questo è importante per me, in Messico non mi nasconderò dietro a nessuno”.

 

WRC: la classifica generale

1. Sebastien Ogier (Volkswagen Polo R) 53 punti

2. Thierry Neuville (Hyundai i20) 30

3. Andreas Mikkelsen (Volkswagen Polo R) 30

4. Jari-Matti Latvala (Volkswagen Polo R) 19

5. Mads Ostberg (Citroën DS3) 14

6. Elfyn Evans (Ford Fiesta RS) 14

7. Ott Tänak (Ford Fiesta RS) 12

8. Hayden Paddon (Hyundai i20) 10

9. Kris Meeke (Citroën DS3) 10

10. Daniel Sordo (Hyundai i20) 8

11. Martin Prokop (Ford Fiesta RS) 6

12. Sébastien Loeb (Citroën DS3) 6