Martin Winterkorn: “Mai nessuno comprerà il Gruppo Volkswagen”

Martin Winterkorn, CEO Volkswagen
Martin Winterkorn, CEO Volkswagen (getty images)

Il Salone di Ginevra è uno degli appuntamenti più importanti per il mondo delle quattro ruote, una vetrina di eco mondiale per le case automobilistiche e i loro ultimi e futuri modelli. Alla vigilia dell’apertura della kermesse ha parlato Martin Winterkorn, Ceo del Gruppo Volkswagen, il marchio che entro la fine di quest’anno dovrebbe essere il più venduto al mondo compiendo uno storico sorpasso ai danni della Toyota.

Il boss del colosso di Wolfsburg non può che essere orgoglioso del lavoro compiuto negli ultimi anni: “Il 2015 per il Gruppo Volkswagen ha avuto un inizio molto promettente: per la prima volta a gennaio e febbraio abbiamo venduto su scala mondiale oltre 1,5 milioni di veicoli”, ha detto in un’intervista riportata dall’Ansa. Del resto nel 2014 il brand teutonico ha venduto per la prima volta nella storia oltre 10 milioni di veicoli, “con un risultato operativo di 12,7 miliardi di euro”.

Martin Winterkorn ha commentato con i giornalisti il recente riferimento dell’ad Fca Sergio Marchionne all’inevitabile consolidamento del mercato dell’auto: “L’unica cosa certa è che nessuno comprerà mai noi”, ha affermato con una nota d’orgoglio. E adesso è giunto il momento di puntare sulle nuove tecnologie verdi, perchè “il prezzo del petrolio non rimarrà eternamente così favorevole”.

Il grande successo del Gruppo Volkswagen è stato ulteriormente riconfermato dalla vittoria del celebre premio ‘Car of The Year 2015‘ conquistato dalla sempre più apprezzata ammiraglia VW Passat. E il segreto del successo sono le nuove tecnologie, il saper essere fucina di innovazioni: “Nei nostri stabilimenti già oggi lavorano robot ad alta tecnologia in parallelo con i nostri addetti. E questo fa bene all’azienda e ai nostri dipendenti. Abbiamo il più grande parco circolante connesso in rete. Continuiamo a essere pionieri nella guida automatizza. Siamo orgogliosi di queste innovazoni, che rappresentano una tecnologia non fine a se stessa, ma al servizio dei nostri clienti”.