F1, Fernando Alonso non correrà a Melbourne: il comunicato della McLaren

Fernando Alonso
Fernando Alonso (getty images)

Dopo l’incidente nei test di Barcellona sul circuito del Montmelò, vi era incertezza sulla presenza di Fernando Alonso al via del Mondiale 2015 di Formula1 che scatterà a metà marzo a Melbourne in Australia. Ancora non è stata chiarita bene la dinamica dell’accaduto e sono in molti a volerci vedere chiaro.

La McLaeen tramite un comunicato ufficiale ha fornito gli ultimi aggiornamenti sulle condizioni del pilota spagnolo annunciando al contempo che sarà assente al GP australiano.

 

McLaren: il comunicato su Fernando Alonso

Ecco di seguito il comunicato diramato dalla scuderia di Woking: “Dopo aver effettuato una serie esaustiva di test e scansioni, alcune delle quali ieri sera, i medici del pilota della McLaren Fernando Alonso lo hanno informato di averlo trovato asintomatico di qualsiasi problema medico e che non vi è alcuna prova di lesione. Quindi lo hanno descritto come del tutto sano dalle prospettive neurologiche e cardiache.

Tuttavia, i medici di Fernando gli hanno raccomandato, dopo la commozione cerebrale subita il 22 febbraio in un incidente durante i test sul Circuit de Catalunya, di cercare per il momento di limitare per quanto possibile i fattori di rischio ambientali che potrebbero potenzialmente causargli un’altra commozione così ravvicinata alla precedente, in modo da ridurre al minimo le probabilità di sindrome da secondo impatto, così come previsto dalle normali procedure mediche nel trattare gli atleti dopo i traumi.

Al fine di limitare i fattori di rischio ambientale, i suoi medici gli hanno consigliato di non partecipare all’imminente Gran Premio d’Australia che si terrà il 13-14-15 marzo.

Fernando ha capito e accettato questo consiglio e le due vetture McLaren-Honda saranno quindi guidate dal compagno di squadra Jenson Button e dal pilota di riserva del team, Kevin Magnussen.

I dottori di Fernando riconoscono che lui si sente bene e in forma e che si considera pronto a correre e sono tranquillizzati dal fatto che abbia già ricominciato l’allenamento fisico, al fine di prepararsi per il ritorno all’abitacolo della sua McLaren-Honda per il Gran Premio di Malesia del 27-28-29 marzo. I suoi dottori sono favorevoli a questa ambizione e sono soddisfatti del fatto che non abbia subito alcun danno durante l’incidente nei test del 22 febbraio.

Tutti alla McLaren-Honda sostengono pienamente la decisione di Fernando Alonso nel rispetto del consiglio dei suoi medici”.