F1, Toto Wolff: “150 milioni per Lewis Hamilton? Satira. Ma vogliamo rinnovare”

Toto Wolff e Lewis Hamilton (Getty Images)
Toto Wolff e Lewis Hamilton (Getty Images)

Lewis Hamilton e la Mercedes stanno ancora trattando il rinnovo del contratto, che attualmente scade a fine 2015. Le parti sono in contatto da tempo, ma al momento non è stata ancora trovata un’intesa soddisfacente. Secondo alcune indiscrezioni riportate dal Times, il campione del mondo avrebbe richiesto uno stipendio da 150 milioni di sterline (circa 200 milioni di euro) per tre anni.

Cifre che non corrisponderebbero però alla realtà dei fatti secondo quanto dichiarato da Toto Wolff. Il team principal della Mercedes ad Auto Motor und Sport ha infatti dichiarato: “Quanto ho letto quei numeri ho pensato che si trattasse di un articolo satirico. Tali cifre sono un’illusione, non pagheremmo mai tale somma. Come squadra cerchiamo di essere sempre efficienti anche quando si parla di stipendi dei piloti”.

 

Toto Wolff ottimista sul rinnovo di Lewis Hamilton

La scuderia di Stoccarda appare molto tranquilla per quanto concerne il prolungamento contrattuale di Lewis Hamilton. E’ consapevole di poter offrire al britannico la migliore monoposto della Formula1 e che le opzioni per lui sono limitate. Solo la Ferrari, che ha Kimi Raikkonen in scadenza a fine anno, potrebbe offrirgli un contratto importante. Ma il Cavallino Rampante ha deciso di puntare su Sebastian Vettel e non è detto che voglia mettersi in casa un altro top rider dall’ingaggio importante.

Toto Wolff ha poi aggiunto: “Nessun negoziato è perfetto, ma Lewis vuole restare con noi e noi vogliamo tenerlo. Dobbiamo trovare una base di incontro”. A chi gli chiede perché la trattativa sta andando così tanto per le lunghe risponde: “Dopo Abu Dhabi le parti si sono incontrate e hanno deciso di fare un inverno in relax per poi riparlarne a metà gennaio quando Lewis sarebbe rientrato dalle vacanze. A Jerez ne abbiamo discusso, ma ci vuole tempo. Abbiamo idee simili, ma è importante applicarle poi nel contratto”.

In Mercedes non vi è dunque fretta. La calma e la tranquillità regnano sovrane anche perché c’è ancora tempo per trovare un accordo. In questo momento è difficile immaginare che Lewis Hamilton decida di lasciare la migliore monoposto del Mondiale per gettarsi a capofitto in una nuova avventura. La sensazione è che entro pochi mesi verrà dato l’annuncio ufficiale del prolungato matrimonio. Ma se clamorosamente si dovesse arrivare alla rottura tra le parti, Toto Wolff ha già in mente due nomi per sostituire il pilota inglese: Valtteri Bottas e Fernando Alonso.