Formula1: Carmen Jordà è la nuova sexy collaudatrice della Lotus

Carmen Jordà
Carmen Jordà (getty images)

Le quote rosa della Formula 1 aumentano ulteriormente con l’arrivo della bella 26enne spagnola Carmen Jordà, promossa a collaudatrice del team Lotus, dove affiancherà Romain Grosjean, Pastor Maldonado e il terzo pilota Joylon Palmer. Dopo la promozione di Susie Wolff alla Williams un’altra donna mette piede nel Circus, uno sport che fino a qualche anno fa era considerato prettamente ‘maschile’.

Carmen Jordà Buades, classe 1988, conta diverse esperienze nelle formule minori europee ed americane fino al debutto nella GP3 di qualche anno fa, ma dal 2015 lavorerà al simulatore nella base di Enstone per migliorare la Lotus E23 Hybrid e presenzierà a tutti i Gran Premi, pronta in caso di urgenza ad entrare in campo.
“Unirsi al Lotus F1 Team è come un sogno che si avvera”, ha affermato in una nota ufficiale Carmen Jordà, figlia dell’ex pilota Jose Miguel. “Ho gareggiato da quando avevo dieci anni, quindi è sempre stato il mio sogno, sin da quando ero giovanissima, quello di guidare una vettura di Formula 1”.

Il suo obiettivo sarà quello di essere utile al team britannico e di migliorarsi come atleta: “Fare parte del Lotus F1 Team è un grande passo verso il mio obiettivo. Lavorerò per migliorarmi come pilota e aiutare la squadra a sviluppare la vettura testando nuovi sviluppi nel simulatore; si tratta di una fantastica opportunità. So che questo è solo l’inizio e la sfida più grande deve ancora venire ma già essere parte di una squadra con una storia così è un vero onore. Questo è un grande risultato, ma un’opportunità ancora maggiore che porterà a cose più grandi e migliori”, ha concluso Carmen Jordà.

Soddisfatto anche il Ceo Lotus Matthew Carter: “Siamo contenti di annunciare Carmen Jordá come collaudatrice del team Lotus e non vediamo l’ora di lavorare con lei nel corso della stagione e alla fine di vederla al volante. Carmen porterà una nuova prospettiva al team. Abbiamo previsto un programma solido per lei, verrà ai gran premi e lavorerà a lungo nella nostra sofisticata struttura di simulazione a Enstone. Rappresenta un’aggiunta unica al team e non vediamo l’ora di aiutarla a progredire verso i suoi obiettivi – ha concluso Carter – così come di ricevere il suo contributo per lo sviluppo della E23 Hybrid”.