Fiat, aria nuova a Melfi: 1.000 assunzioni e stipendi aumentati

Sergio Marchionne (Getty Images)
Sergio Marchionne (Getty Images)

Lo stabilimento Fiat di Melfi ha cominciato una nuova vita. I vertici del Lingotto e le organizzazioni sindacali Fim, Uilm, Fismic, Ugl, Aqcf e le rappresentanze sindacali aziendali hanno trovato l’accordo sui seguenti temi: l’assunzione di circa 1.000 persone ed aumenti di stipendi. Questi ultimi (1.400 euro annui) sono associati comunque ad un innalzamento dei turni da 15 a 20, domenica inclusa e distribuiti su 4 squadre di lavoratori (ognuno dei quali manterrà le 40 ore settimanali).

Per il momento sono stati assunti i primi 700 dipendenti con contratto in somministrazione che poi diventerà a tempo indeterminato, ma nei prossimi mesi verrà il turno degli altri 300 e non è detto che il numero complessivo non sia poi ulteriormente destinato a crescere.

Grazie all’intesa raggiunta sarà possibile portare a 1.100 vetture al giorno, cioè circa 300 mila l’anno, la produzione di Jeep Renegade e Fiat 500X. La firma finale sull’accordo trovato dovrebbe avvenire lunedì, quando le parti si incontreranno nuovamente.

Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim, ha spiegato: «L’accordo costruisce i presupposti per far diventare Melfi lo stabilimento Fca con il più alto numero di occupati in Europa. È storico perché sanciamo per la prima volta nel gruppo Fiat che dopo solo 6 mesi oltre mille lavoratori con contratto a termine vengono trasformati a tempo indeterminato». Queste le dichiarazioni riportate dal Corriere della Sera.

E’ dunque alle spalle il periodo dei licenziamenti e delle casse integrazioni. Lo stabilimento Fiat di Melfi ed i suoi dipendenti, vecchi e nuovi, possono guardare al futuro con maggiore serenità sperando che Sergio Marchionne ed i vertici della casa automobilistica italiana decidano di investire sempre maggiore risorse. E’ ciò che si augurano anche coloro che lavorano in altre fabbriche Fiat in Italia. In un periodo di crisi economica nel quale la disoccupazione aumenta sempre di più sarebbe importante riuscire a rilanciare le assunzioni. Fiat a Melfi ha fatto un primo passo.